Stones, addio al palco. Forse…

Si preparerebbe un congedo in grande stile. Ma circolano già delle smentite...

Oltre a quella del supporto fisico si sta per chiudere (forse) un’altra era musicale. Il condizionale è d’obbligo perchè le conferme non sono ancora arrivate, anzi serpeggia qualche smentita più o meno credibile. Fatto sta che i Rolling Stones avrebbero annunciato dopo 50 anni l’addio ai concerti. Ovviamente non lo faranno a “fari spenti” ma, come si conviene alla leggenda che impersonifica ancora oggi la band, in pompa magna. Jagger e soci sono in trattativa con il gigante dei live Show, la Live Nation (che peraltro sta ingaggiando una battaglia con l’altro colosso l’Aeg LIve) per un gigantesco tour mondiale d’addio negli stadi di tutto il Pianeta, che dovrebbe iniziare nel 2011 per concludersi nel 2012. Quindi esattamente 50 anni dopo la loro prima esibizione che risale al luglio del 1962. Gli Stones decidono un’uscita dalla scene in un momento nel quale la loro popolarità non è minimamente scalfita dal peso degli anni – Jagger e Richards ne hanno 67, Charlie Watts 70 – e con un conto in banca semplicemente spaventoso. Basti pensare che il loro tour A Bigger Bang ha fruttato 558,3 milioni di dollari in meno di tre anni, dall’agosto 2005 all’estate del 2007. Ed è poi necessario ricordare che la riedizione di Exile on Main Street (originariamente pubblicato nel 1972) dello scorso maggio ha sbancato le classifiche di mezzo mondo, soprattutto di quelle inglesi? Che sia un addio o un bluff sarà certamente un successo.

© Riproduzione riservata