Lo shopping a Milano? Roba da russi e cinesi

Secondo Global Blue nei primi due mesi del 2013 gli acquisti dei turisti extraeuropei all’ombra della Madonnina sono cresciuti del 16%. Con il Salone del Mobile si prevede un +25%

Una scontrino medio pari a 838 euro fa di Milano la capitale italiana dello shopping extraeuropeo di beni di lusso. A certificarlo i dati che arrivano da Global blue sull’andamento delle vendite tax free. Nei primi due mesi del 2013 gli acquisti dei turisti extraeuropei sono cresciuti del 16%, arrivando a rappresentare il 36% del mercato tax free nazionale. A trainare le vendite ancora una volta i russi, che hanno realizzato da soli il 40% degli acquisti (+20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), seguiti dai cinesi che, con il 15 % del mercato tax free cittadino sono gli altri top spender. Anche se con un peso inferiore, gli ucraini sono gli altri principali acquirenti (5% delle vendite) insieme ai giapponesi (4%), nonostante i loro acquisti abbiano fatto registrare un calo del 22% rispetto a febbraio 2012.

Un ulteriore aumento della vendite è atteso la prossima settimana, in concomitanza con il Salone del Mobile che, di scena dal 9 al 14 aprile, farà registrare a Milano il tutto esaurito.

«Secondo le nostre stime, durante il Salone del Mobile il business del tax free shopping nell’area milanese dovrebbe crescere del 25% rispetto alla scorsa edizione – spiega Global Blue. Prevediamo infatti l’arrivo di un gran numero di turisti extraeuropei, soprattutto cinesi e russi».

© Riproduzione riservata