Connettiti con noi

Sport

Ac Milan in campo all’insegna dell’inclusività

A partire da Milan-Sampdoria, il club rossonero offrirà ai tifosi non vedenti e ipovedenti il primo servizio integrato di audiodescrizione. Scaroni: “Ogni tifoso deve sentirsi parte integrante della nostra famiglia”

Ac-Milan-inclusività A destra, il presidente di Ac Milan, Paolo Scaroni, accanto a Rodolfo Masto, presidente dell'Istituto dei Ciechi di Milano

Non si sa ancora dove sarà il nuovo stadio dell’Ac Milan nei prossimi anni. Quel che è certo è che sarà un impianto all’insegna dell’inclusività. Per ogni gara casalinga, già a partire dalla prossima gara di campionato – Milan-Sampdoria del 20 maggio – il club rossonero presenterà il primo servizio integrato di audiodescrizione per i tifosi non vedenti e ipovedenti: un racconto dettagliato del match, realizzato direttamente dalla tribuna stampa dello stadio San Siro, con il contributo di uno speaker specializzato di Radio Rossonera.

Ac Milan e la collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano

L’iniziativa è solo parte del programma Il Milan per tutti attraverso la quale il club si impegna quotidianamente per rendere le proprie attività e spazi (fisici e digitali) sempre più accessibili. Negli ultimi mesi Ac Milan ha collaborato con un partner tecnologico specializzato e con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano per avviare il nuovo servizio di audiodescrizione.

La nuova soluzione permette anche di semplificare la logistica e la trasmissione del segnale, di allontanarsi dall’utilizzo di dispositivi monouso e di ampliare la fruibilità del servizio a tutti, dentro e fuori lo stadio, favorendo contestualmente l’autonomia del tifoso.

Per accedere al nuovo servizio di audiodescrizione è sufficiente disporre di un qualsiasi smartphone o dispositivo con accesso a internet e servirsi del link o del QR code presenti nella pagina dedicata del sito ufficiale del Club. La natura digitale e innovativa del servizio lo rende fruibile sia all’interno dello stadio – dove un’area esclusiva, posta al livello del campo, è riservata ai tifosi non vedenti e ipovedenti – sia al suo esterno, dando la possibilità di sentirsi vicini alla propria squadra anche da casa propria.

Oltre al servizio di audiodescrizione e ai circa 300 ingressi gratuiti per tutte le gare casalinghe omaggiati ai tifosi con disabilità o provenienti da delicati contesti familiari e sociali, per l’occasione Ac Milan proporrà anche la traduzione simultanea in Lis delle interviste post-match del suo allenatore e dei suoi calciatori, per garantire accessibilità ai tifosi non udenti: un servizio che sarà realizzato grazie alla collaborazione con Ente Nazionale Sordi e Dazn.

“Per definirci un Club inclusivo, dobbiamo garantire a tutti i nostri tifosi, senza distinzioni, la possibilità di vivere pienamente la propria passione rossonera e consolidare il legame emotivo con il Milan”, ha dichiarato Paolo Scaroni, presidente di Ac Milan. “Grazie a progetti e servizi come quello di audiodescrizione, intendiamo far sentire ogni tifoso parte integrante della nostra famiglia: un obiettivo che potrà anche incentivare e guidare l’evoluzione dell’intero settore calcistico, in tema di accessibilità e inclusione sociale”.