Speciale Euro 2012: sulle orme della Nazionale

Vademecum essenziale per chi vuole seguire dal vivo l’avventura europea degli azzurri concedendosi, oltre al calcio, qualche svago turistico e gastronomico

Le possibilità di acquistare i biglietti sono ormai agli sgoccioli – questo mese chiuderà la piattaforma ufficiale Uefa (www.uefa.com) – perciò, se non avete intenzione di vivere l’emozio-ne degli Europei 2012 dal divano di casa vostra e non vi siete ancora procurati il diritto di accedere allo stadio, meglio cor-rere ai ripari. Dopodiché sarà opportuno pensare subito anche a prenotare l’albergo, visto che diversi espongono già, almeno virtualmente, l’insegna sold out. Saranno quattro le città – due in Polonia, due in Ucraina – che ospiteranno la Nazionale italiana se, come speriamo (al bando ogni scaramanzia), riuscirà a raggiungere il traguardo della finale: Danzica, Poznan, Donetsk e Kiev. Perché non cogliere l’occasione per abbinare ai virtuosismi del pallone, un viaggio nel patrimonio culturale e gastronomico di questi luoghi? Prima di partire. Anche se carte di credito e bancomat hanno decisamente semplificato i pagamenti al di fuori del proprio Paese, è sempre meglio avere a portata di mano della valuta locale per le piccole spese e non farsi trovare impreparati dove accettano solo contante. La valuta polacca è lo Złoty, uno vale circa 0,24 euro. In Ucraina la moneta ufficiale è invece la Grivnia, pari a circa 0,09 euro.

SPECIALE EUROPEI: Un campionato tutto d’oroLe Tv migliori per vedere le partite

© Riproduzione riservata