Vacheron Constantin e Met unite per diffondere arte e conoscenza

In collaborazione con il Metropolitan Museum of Art, la Maison orologiera ha sviluppato il sviluppato il programma "One of Not Many Mentorship Program", che offre a giovani musicisti, ballerini e altri talenti l'opportunità di beneficiare dei consigli e del supporto di esperti nel loro campo

Vacheron Constantin e Met unite per diffondere arte e conoscenza

Prende ufficialmente il via la collaborazione tra Vacheron Constantin, rinomata maison orologiera svizzera, e il Metropolitan Museum of Art, meglio noto come Met, uno dei più importanti musei d’arte del mondo con sede a New York e fondato nel lontano 1870. Questa partnership non è solo una sinergia tra due prestigiosi nomi, ma rappresenta anche un solido impegno per la salvaguardia e la diffusione del sapere e delle competenze artistiche.

L’arte e la cultura hanno da sempre ispirato Vacheron Constantin, il cui legame con il mondo dell’orologeria e dell’arte risale a più di due secoli e mezzo fa. Il fondatore Jean-Marc Vacheron, nel lontano 1755, sottoscrisse un contratto di apprendistato, impegnandosi a trasmettere le sue conoscenze e competenze orologiere a un giovane apprendista per un periodo di cinque anni. Questo atto fondativo dimostra che la trasmissione della conoscenza è stata sempre al centro dell’identità della Maison, con circa 40 competenze legate al talento e alle tecniche sviluppate dalle generazioni precedenti, costantemente rivisitate, adattate e perfezionate nel corso dei secoli.

Vacheron Constantin continua questa tradizione anche oggi, integrando gli apprendisti nel processo produttivo e assicurandosi che gli artigiani e gli orologiai siano consapevoli dell’eredità di intelligenza dei loro predecessori. Questo impegno nella formazione è cruciale per preservare ciò che rende unico un segnatempo Vacheron Constantin: ogni modello, sia esso parte del catalogo della Maison o un esclusivo esemplare unico Les Cabinotiers, è il risultato di oltre 250 anni di conoscenza e tradizione, arricchiti costantemente da creatività e innovazione. Louis Ferla, Ceo di Vacheron Constantin, sottolinea che “la ricerca dell’eccellenza è una sfida costante attraverso la quale non smettiamo mai di imparare”.

La partnership tra Vacheron Constantin e il Metropolitan Museum of Art

Questa continua ricerca di perfezione si riflette anche nella nuova collaborazione con il Metropolitan Museum of Art. Il Met è un museo con una lunga storia di accessibilità all’arte e alla cultura. Il suo Education Department offre oltre 29 mila eventi e programmi formativi durante l’anno, che vanno dai workshop all’accesso per i visitatori disabili, dalla formazione degli insegnanti primari e secondari all’integrazione dell’arte nei curricula principali. Questi sforzi mirano a rendere l’arte accessibile a tutti, indipendentemente dal loro background, età o esperienza.

In questo contesto, Vacheron Constantin ha sviluppato il programma “One of Not Many Mentorship Program” in collaborazione con talenti che condividono la stessa passione per l’eccellenza, l’apertura al mondo e lo spirito di innovazione. Questo programma offre opportunità uniche per giovani musicisti, ballerini e altri talenti di beneficiare dei consigli e del supporto di esperti nel loro campo, contribuendo così a preservare e diffondere la cultura artistica.

Louis Ferla sottolinea che questa partnership con il Met “evidenzia la nostra comune vocazione alla trasmissione della conoscenza e alla tutela delle arti“, sottolineando l’impegno duraturo di Vacheron Constantin per l’arte e la cultura, che costantemente ispirano la creazione di straordinari segnatempo. In conclusione, questa collaborazione tra Vacheron Constantin e il Metropolitan Museum of Art rappresenta un importante passo avanti nella promozione della conoscenza e dell’arte, contribuendo a preservare il patrimonio culturale e a ispirare le generazioni future.

© Riproduzione riservata