Connettiti con noi

Lifestyle

Mini Countryman, la nuova generazione sarà più grande

Nel 2016, l’attuale Mini Countryman, uscirà di produzione, dopo sei anni di onorato servizio

Tra pochi mesi, verrà cessata la produzione della prima generazione di Mini Countryman. A sostituirla troveremo un progetto rinnovato nelle dimensioni per far assomigliare di più l’auto ad un SUV, migliorando così abitabilità, confort e spazi. Queste voci arrivano direttamente da Autocar, una delle riviste più importanti del settore a quattro ruote. A confermare queste indiscrezioni sono le misure delle nuova Clubman, che, con il nuovo modello è infatti cresciuta a tal punto da strappare il titolo di “Mini più grande” proprio alla Countryman. Se queste voci venissero confermate, la nuova Countryman prenderebbe più le sembianze e le lunghezze di un suv piuttosto che di un restyling dell’attuale crossover. Con questa mossa, quindi, ci troveremmo con una Countryman più alta da terra per il fuoristrada, più pratica negli interni e probabilmente anche più costosa. Per quanto riguarda le motorizzazioni, Mini per la nuova Countryman dovrebbe riprenderli dai più potenti tra quelli già disponibili in gamma, escludendo i più compatti come il 1.2 litri e partendo dal 3 cilindri turbo da 1.5 litri fino al quattro cilindri da 2 litri. Si ipotizza addirittura di un motore da 300 cavalli di massima potenza, dati però da prendere con le pinze anche per una eventuale JCW. Tra le altre ipotesi c’è poi la trazione integrale on-demand e una versione ibrida con il sistema già visto sulla Serie 2 Active Tourer.