Connettiti con noi

Gusto

Più voglia di mangiare al ristorante: il Covid-19 (ora) fa meno paura

Con i dati incoraggianti in arrivo dal fronte sanitario, circa l’80% degli italiani punta a tornare a mangiare fuori entro il 22 giugno? Il piatto più desiderato? Di pesce

Una netta inversione di tendenza. Si può definire così l’esito di un nuovo sondaggio condotto da The Fork, nota applicazione di prenotazione online di ristoranti a livello globale, che è tornata a misurare la fiducia dei propri utenti rispetto alla ripresa del servizio in sala. In base all’indagine, condotta il 22 maggio su 13 mila utenti e affidata alla società Surveymonkey, il 77% degli utenti conta di tornare al ristorante entro un mese, tra questi il 40% lo farà nelle prossime settimane. Dati sicuramente più incoraggianti rispetto ai precedenti e che vanno di pari passo con quelli in arrivo dal fronte sanitario, dove diminuiscono i contagi e le morti causate dal Covid-19.

Scende infatti il numero di coloro che vedono nella paura del contagio un deterrente, che passa dal 43% degli intervistati al 31%. Restano pressoché stabili – invece – i fattori incentivanti al consumo fuori casa, ai quali possono contribuire i servizi digitali come The Fork. Acquista sempre più importanza la possibilità di prenotare tavoli all’aperto (59%), mentre continuano a essere ritenute utili dagli utenti la comunicazione online delle misure di prevenzione messe in campo dal ristorante (molto importante per il 50% degli intervistati), il menù digitale (molto importante per il 39% degli intervistati), le recensioni dedicate alle norme anti-Covid (30%) e la possibilità di pagare da app senza contatto con il cameriere (22%).

Tra gli utenti più impazienti ci sono, ovviamente, coloro che risiedono fuori da Lombardia e Piemonte: l’80% dei rispondenti in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna e Veneto conta di entrare in un ristorante prima del prossimo 22 giugno. Il cibo più desiderato? La maggior parte punta sulla cucina di pesce (32%), seguita dalle specialità regionali italiane (17%) e dal sushi (16%). A poca distanza spiccano la voglia di pizza (13,5%) e cucina gourmet (9%),

Credits Images:

(foto Getty Images)