L’Auto show 2014 di Milano incassa il no di Fiat

Il primo marchio italiano snobba l’evento annunciato da Alfredo Cazzola, ex patron del Motor Show e promotore del nuovo salone meneghino, in programma (forse) dall’11 al 21 dicembre del prossimo anno

Appena annunciato, l’Auto show di Milano incassa già il suo primo no, un rifiuto che rischia di incrinare tutto il progetto ideato da Alfredo Cazzola, che vuole ripetere nel capoluogo milanese quel successo registrato (sotto i suoi 27 anni di gestione) dal Motor Show di Bologna, annullato lo scorso ottobre.La proposta presentata lo scorso venerdì 15 novembre, ovvero realizzare in zona Fiera di Rho, dall’11 al 21 dicembre 2014, un rinnovato salone dell’auto, che tenga conto dell’anima di Milano,votata al design, alla moda e al lifestyle, non è piaciuta a Fiat che, attraverso una nota, ha annunciato la sua intenzione a non partecipare: “non crediamo esistano le condizioni per far nascere un nuovo salone. Le difficoltà dei mercati hanno portato in questi ultimi anni alla chiusura di importanti sedi espositive in grandi città europee. Pensiamo che il salone di Francoforte, che si alterna annualmente a quello di Parigi, e soprattutto il motorshow di Ginevra siano più che sufficienti per l’esigenza dei produttori, dei media e del pubblico”.Il no di Fiat, primo costruttore in Italia, mette a serio rischio l’organizzazione dell’Auto show 2014. Ma non tutto è perduto: restano gli altri costruttori internazionali. Case come Volkswagen, Ford, Jaguar Land Rover e molte altre potrebbero scommettere sull’offerta di un evento che può sfruttare l’interesse per l’Expo 2015 di Milano. E in questo caso, anche Fiat potrebbe fare un passo indietro.

© Riproduzione riservata