Il Suv Lamborghini sarà made in Italy

C’è l’accordo per portare la produzione nuovo veicolo, sul mercato nel 2019, a Sant’Agata Bolognese. Attesi 500 posti di lavoro in più

Il nuovo Suv Lamborghini, sul mercato dal 2019, sarà realizzato con ogni probabilità in Italia. C’è l’intesa, infatti, per portare la produzione del veicolo del gruppo Volkswagen Audi non Bratislava (dove sono assemblati i Suv Audi e Porsche Cayenne) bensì a Sant’Agata Bolognese, sede storica del marchio Lamborghini. “Ci sono ottime possibilità che il processo venga chiuso entro l’estate. D’altra parte la macchina piace e c’è grande interesse”, ha affermato Luca De Meo, membro del board del gruppo tedesco e numero uno del marketing Audi, al mensile Quattroruote.

La produzione del Suv Lamborghini dovrebbe portare 500 posti di lavoro nello stabilimento bolognese; anche per questo il governo italiano, per agevolare l’intesa, ha messo in campo circa 100 milioni di euro attraverso coinvolgimento di Invitalia, l’agenzia per l’attrazione degli investimenti, facilitazioni con il credito d’imposta, l’Ace (l’aiuto alla crescita economica) e la patent box che detassa i proventi derivanti da marchi e brevetti. Inoltre, in vista dell’arrivo del nuovo modello, nei giorni scorsi i sindacatihanno firmato un accordo con Lamborghini per migliorare la produttiva aziendale mutuando anche il sistema di prepensionamento in vigore nel gruppo Audi/Volkswagen per favorire l’assunzione dei giovani.

videoS3-ads

© Riproduzione riservata