Connettiti con noi

Lifestyle

Auto elettrica: Cina in testa nella corsa al litio per le batterie

La cinese Tianqi Lithium ha appena comprato il 24% del gruppo cileno SQM, secondo produttore globale di litio

Al momento l’auto elettrica non è ancora la regina del mercato, ma è probabile che lo sarà a breve. Ecco perché le aziende del settore si stanno già muovendo in questa direzione. Da qualche mese, i produttori automobilistici sono impegnati in una corsa all’acquisto del litio, materia prima essenziale per la produzione delle batterie. Per ora la Cina è in testa. Infatti, la cinese Tianqi Lithium ha appena comprato il 24% del gruppo cileno SQM, secondo produttore globale di litio, per la modica cifra di 4,07 miliardi di dollari. Ma gli Stati Uniti non vogliono perdere terreno: la californiana Tesla ha stretto un accordo triennale con il gruppo minerario australiano Kidman Resources.

In futuro l’auto elettrica rivoluzionerà il mercato

Quelli messi a segno da Tianqi Lithium e Tesla sono colpi pesanti. Secondo The Goldman Sachs Group, una delle più grandi banche d’affari del mondo, infatti, la domanda di litio quadruplicherà entro il 2025. Tuttavia, sebbene lo scorso anno il prezzo della materia prima sia raddoppiato, un report di Morgan Stanley stima una caduta delle quotazioni del 45% entro il 2021, a causa dell’aumento della produzione dal 2019.Fra l’altro, Tianqi sta costruendo in Australia la fabbrica di lavorazione di litio più grande del mondo, dimostrando così di voler diventare un attore di primo piano sul mercato globale.