Connettiti con noi

Lavoro

Stress sul lavoro, i 5 modi per guarirlo

Fare un po’ di yoga, sfogarsi in palestra o a letto. Ma soprattutto imparare a dare le giuste risposte ai capi, uomini o donne che siano: ecco quali sono.

Scadenze, riunioni, impegni, appuntamenti: che stress il lavoro. Sembra che quasi un quarto degli italiani viva una condizione di pressione esagerata sul lavoro, con pesanti effetti sulla produttività e la serenità personale. Come si può ridurre l’effetto dello stress sulle nostre giornate. Ecco alcuni consigli:

1. Yoga. A proporlo è la Ohio State University (Usa): 20 minuti di yoga e meditazione, anche se praticati direttamente alla scrivania in un momento di pausa, possono ridurre i disturbi del sonno e l’ansia del 10% in appena sei settimane.

2. Palestra. Basta un piccolo spazio per l’attività fisica, racconta la Bristol University (Gran Bretagna), per sfogare le frustrazioni e ottenere più efficienza e calma dai dipendenti.

3. Sesso. Spesso è considerata la panacea di tutti i mali (leggi qui). Ma una buona attività sessuale, secondo l’università di Goteborg, garantire un ottimo rendimento sul lavoro, meno stress e risultati in crescita.

4. Parla al tuo capo. Secondo degli studiosi di Toronto, gran parte dello stress dei lavoratori dipende dal capo. Ovvio? Non troppo in realtà, perché a incidere è il sesso del superiore. Le donne soffrono di più un capo loro pari, mentre convivono meglio con un uomo al potere: e, importante, il capo deve essere uno solo. Per gli uomini, invece, la differenza è minima.

5. Imparate a rispondere. I consigli del guru americano Don Serratt possono sembrare difficili da applicare, ma portano risultati garantiti: se volete andare a casa alla fine della giornata di lavoro, andate a casa; fate piccoli break; finite un lavoro prima di intraprendere nuove mansioni; delegate il più spesso possibile; pensate prima alla vostra vita e poi al lavoro.