Facebook “ruba” i dipendenti e Google alza gli stipendi

In una lettera Eric Schimdt, ad di Mountain View, ha annunciato un aumento nel salario pari al 10% per combattere la fuga verso altre società. L’azienda avrebbe anche iniziato a testare una formula matematica per prevedere quali dipendenti più probabilmente lasceranno la società...

Un aumento del 10% del salario nelle buste paga dei propri 23 mila dipendenti. E’ l’iniziativa di Google che, nel tentativo di evitare una fuga in massa dei lavoratori verso altre società, renderà effettivo l’aumento dello stipendio dal prossimo gennaio 2011. A riportare la notizia il Wall Street Journal che spiega come l’aumento nei salari, reso noto dall’amministratore delegato, Eric Schimdt, arrivi mentre si inasprisce la battaglia fra Google e i maggiori competitor, soprattutto Facebook, per assicurare che i talenti della società restino. In una recente indagine interna di Mountain View è emerso che per i dipendenti Google il salario sia la componente più importante della retribuzione. “Vogliamo esseri sicuri che vi sentiate ricompensati per il duro lavoro – spiega Schimdt in una lettera –. Vogliamo continuare ad attirare la gente migliore in Google”. Secondo indiscrezioni l’azienda avrebbe anche iniziato a testare una formula matematica per prevedere quali dipendenti più probabilmente lasceranno la società. Colin Gillis, analista di Bgc Partners, ritiene che l’aumento dei salari avrà un chiaro impatto sui margini di profitto e dimostra quanto sia importante mantenere il proprio staff.

© Riproduzione riservata