Una campagna e un concorso per promuovere la parità di genere

Nuova iniziativa di Pubblicità Progresso al via dal prossimo gennaio, una comunicazione integrata dedicata al valore della diversità

Un progetto di comunicazione integrata con l’obiettivo di superare i pregiudizi sulle donne “in una direzione di maggiore rispetto, ascolto, stima, a favore di un cambiamento culturale capace di portare a una reale parità di genere”. È questa l’ultima iniziativa di Pubblicità Progresso che, a una settimana dalla giornata mondiale contro la violenza sulle donne, non toglie i riflettori da un problema di stretta attualità e guarda già ai progetti per il prossimo anno. Se, infatti, il 2013 è stato l’anno europeo della cittadinanza attiva, il 2014 sarà l’anno della conciliazione dei tempi. In concomitanza con queste ricorrenze istituzionali, la fondazione guidata da Alberto Contri intensificherà il suo impegno per promuovere una cultura attenta al genere.

LA NUOVA CAMPAGNA. Al via da metà gennaio 2014 sui mezzi tradizionali, la nuova campagna è stata presentata in occasione della IX Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale di Pubblicità Progresso, tenutasi all’università Iulm lo scorso 18 novembre, iniziativa a cui hanno partecipato oltre 30 relatori di tutte le nazionalità (Clicca qui per tutti gli interventi video e i materiali della Conferenza). Sui social network la campagna ha già preso piede, mentre altre affissioni-civetta sono già programmate; perno di tutta la campagna sarà il sito puntosudite.it

IL CONCORSO. Tra le molte attività previste da Pubblicità Progresso anche un bando di concorso per la creazione di una canzone destinata a diventare il simbolo di tutta la campagna, che durerà due anni. La canzone, che dovrà esprimere i vantaggi della parità tra i generi e valorizzare la diversità, sarà selezionata da una giuria composta da autorevoli musicisti e giornalisti. A metà 2014 è previsto un grande concerto con la partecipazione di personaggi della scena musicale italiana, il cui ricavato sarà destinato a borse di studio per giovani studentesse.

© Riproduzione riservata