Connettiti con noi

Business

Sentinel 2, pronto il satellite che svelerà i colori della Terra

Nella notte di martedì 23 giugno la partenza della missione dell’Agenzia spaziale europea (Esa), il secondo lancio di un progetto da 2,3 miliardi di euro

Mostrare i “colori della Terra”: è questa la missione del satellite Sentinel 2, già posizionato in cima al lanciatore Vega, pronto a decollare alle 03:51 (ora italiana) di martedì 23 giugno dallo spazioporto di Kourou (Guyana Francese). Il lanciatore Vega, realizzato dalla Avio di Colleferro (RM), porterà in orbita il satellite, che è equipaggiato con una tecnologia che lo ha dotato di “occhi” in grado di scrutare la superficie terrestre con una precisione senza precedenti. Sentinel 2, infatti, è provvisto di una fotocamera multispettrale ad alta risoluzione, capace di scandagliare il suolo terrestre attraverso ben 13 bande spettrali.

UN PROGETTO DA 2,3 MILIARDI. Lo scopo di questa missione, parte del progetto da 2,3 miliardi di euro “Copernicus”, è dare una prospettiva nuova sul territorio e sulla vegetazione del nostro pianeta; Sentinel 2 viene dopo il precedente lancio del satellite Sentinel 1A e, tra un anno, sarà seguito dal gemello 2B, che si posizionerà sulla loro stessa orbita.

GLI OBIETTIVI. Il programma Copernicus, varato dalla Commissione Ue e dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa), ha affidato la realizzazione del satellite ad Airbus Defence e Space, agenzia aerospaziale di sede in Germania, ma presente in tutto il mondo, che ha guidato una cordata di circa 60 industrie del Vecchio Continente; cordata cui ha partecipato, appunto, anche l’italiana Avio. I tre satelliti daranno così un’immagine integrale della terra ogni cinque giorni che permetterà, secondo il responsabile Esa del progetto François Scoto, di dare supporto agli interventi umanitari e monitorare in tempo quasi reale, tra le altre cose, l’evolversi di disastri naturali e lo stato delle aree verdi del pianeta.