Royal Unibrew compra in Italia: acquisito stabilimento da Birra Castello

Con il polo di San Giorgio di Nogaro, in provincia di Udine, la multinazionale aumenterà la propria capacità produttiva

Jan-Ankersen-Royal-Unibrew

Il Gruppo Royal Unibrew, azienda tra i leader del settore del beverage, ha annunciato oggi la firma dell’accordo per l’acquisizione dello stabilimento di San Giorgio di Nogaro da Birra Castello, in provincia di Udine. 

Con una capacità produttiva potenziale stimata fino a 1 milione di ettolitri di birra all’anno, lo stabilimento friulano permetterà alla multinazionale di potenziare la capacità di produzione e confezionamento di lattine e bottiglie di vetro in Italia. L’investimento in un ulteriore impianto di produzione in Italia si aggiunge alla precedente acquisizione di Terme di Crodo nel 2018. L’impianto di Terme di Crodo, acquisito da Campari Group, produce le bevande analcoliche locali di Royal Unibrew: Lemonsoda, Oransoda e Lemonsoda Energy Activator.

“Siamo lieti di annunciare l’acquisizione di un impianto di produzione da Birra Castello”, ha affermato Jan Ankersen, SVP South Europe e General Manager Italia di Royal Unibrew. “Questo traguardo è di grande importanza per la continua crescita del nostro business in Italia, migliorando la nostra capacità di soddisfare la domanda crescente delle nostre bevande attraverso un aumento significativo della nostra capacità produttiva”.

L’acquisizione, si precisa in una nota, è in linea con la strategia di Royal Unibrew, volta a supportare le comunità locali in cui opera e permetterà alla multinazionale di perseguire nuove partnership e collaborazioni. Royal Unibrew assumerà la proprietà degli asset entro la fine dell’anno, una volta completati i processi relativi alla transazione.

© Riproduzione riservata