Connettiti con noi

Business

Ovs, l’a.d. Stefano Beraldo punta ai 3 miliardi di fatturato

Il Gruppo ha archiviato il 2023 con vendite in aumento dell’1,4% a 1,5 miliardi, che il manager punta a raddoppiare nel breve termine

Stefano Beraldo Ovs Stefano Beraldo, amministratore delegato di OvsCredits: Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images

Raddoppiare in pochi anni il fatturato di Ovs, portandolo dagli attuali 1,5 a 3 miliardi di euro. È l’obiettivo dell’amministratore Stefano Beraldo, che un’intervista di Emily Capozucca a Corriere Economia commenta il 2023 del Gruppo.

Le vendite autunno/inverno “sono state meno toniche del previsto”, non solo a causa delle difficoltà economiche dei consumatori e dell’aumento dell’inflazione, ma anche per un clima caldo che ha caratterizzato tutta Europa. Nonostante questo, la propensione ai consumi non è stata così negativa. “Le vendite sono cresciute di circa l’1,4”, ha precisato l’a.d. di Ovs. “I risultati sono la fotografia del cambiamento. Negli ultimi due anni abbiamo introdotto una maggiore qualità e attraiamo nuovi clienti. La gente entra volentieri e il marchio è migliorato. Stiamo continuando a registrare risultati sopra delle aspettative anche quest’anno”.

Sulle prospettive future Beraldo ha le idee chiare: “L’obiettivo di medio termine è raddoppiare il fatturato, che oggi vale oltre 1 miliardo e mezzo, e aumentare la redditività. Siamo al 9,6% di quota di mercato e ci auguriamo di poter arrivare, perché no, al 15%. Stiamo anche crescendo all’estero senza prenderci troppi rischi, con più di 500-600 negozi e con buoni risultati. In Spagna ne abbiamo oltre 100”.

Ovs con i suoi marchi Ovs Kids, Upim, Blukids, Stefanel, Croff e Piombo ha 2 mila punti vendita, 400 dei quali all’estero. Il gruppo ora sta allargando ulteriormente l’offerta puntando sul tempo libero, sullo sport e sull’intimo insieme a Goldenpoint, in cui il Gruppo ha da poco annunciato il suo ingresso. “Volevamo uscire con una linea di underwear non marcata Ovs per evitare sovrapposizioni”, ha affermato Beraldo. “Anziché inventare un marchio da zero, abbiamo scelto un’azienda che garantisce una qualità assoluta e vanta una rete di oltre 300 negozi in location prestigiose. L’obiettivo è di rilanciare il marchio arricchendo la loro offerta merceologica con le nostre competenze, avvalendoci della nostra catena di fornitura”.