Connettiti con noi

Business

Nutkao, anche Lindt in corsa per la crema alla nocciola piemontese

Fondata dall’ex Ferrero Giuseppe Braida, la società è diventata un punto di riferimento nel mercato della crema in vasetti, generando un business da 340 milioni di euro all’estero

Nutkao-Giuseppe-Braida Giuseppe Braida, fondatore di Nutkao

Ci sarebbe anche la Caffarel del Gruppo Lindt in corsa per la maggioranza di Nutkao, azienda piemontese che da oltre 40 anni produce crema alla nocciola per conto terzi. Fondata nel 1982 a Govone dall’ex Ferrero, Giuseppe Braida – che oggi detiene il 20% della società, guidandola insieme ai figli – la società è saldamente nelle mani di una cordata di imprenditori e professionisti attraverso la White Bridge investment.

Ancora per poco, forse. Perché l’advisor Vitale avrebbe avuto mandato dall’azinoista di maggioranza (80% delle quote) di sondare il terreno per una cessione che porterebbe Nutkao a essere valutata 500 milioni di euro. La società piemontese farebbe gola a diversi fondi e realtà del settore alimentare. Tra queste, come riportato dal Corriere della Sera, le tedesche Baronie (marchi Alprose, Duc d’O, Jacques) e Kruger (Ludwig Schokolade), la francese Andros (brand Biscuiterie Saint-Michel e Bonne Maman).

Come accennato, anche la Caffarel del gruppo Lindt starebbe valutando l’operazione, così come spagnola Natra che produce solo per le private label.