Connettiti con noi

Business

Nasce la tv della Lega calcio

Le trasmissioni inizieranno sul digitale terrestre, per approdare poi sul satellite. Obiettivo: trasmettere le partite di serie A e B in caso di offerte al ribasso per i diritti da parte delle emittenti esterne

La Lega calcio avrà una tv tutta sua. Obiettivo: trasmettere le partite di serie A e B nel caso in cui le offerte per diritti dei campionati 2012-2015 non fossero ritenute soddisfacenti. La Lega non intende infatti accettare un’offerta inferiore a quella del bando precedente, un miliardo di euro circa. Se non si arriverà a questa cifra la Lega è pronta a far da sé, auto-trasmettendo le partite. Le trasmissioni potrebbero partire sul digitale terrestre per poi approdare sul satellite. A gestire la tv: Lega calcio Service, la società di servizi, braccio operativo e immobiliare, finanziario e commerciale delle due Leghe (Lega di serie A e Lega di serie B). Intanto il capitale sociale della società in questione è stato aumentato (da 500mila euro a 6,2 milioni) e ne è stato cambiato lo statuto ampliando l’oggetto sociale che ora include la gestione di attività televisive e per qualsiasi piattaforma distributiva. A mancare adesso solo le autorizzazioni definitive di Agcom e del ministero delle Attività produttive.