Milano accoglie la Swiftonomics: Taylor Swift porta 180 milioni di euro

Il 13 e 14 luglio sono attesi più di 128 mila fan per il The Eras Tour della cantautrice statunitense. L’impatto economico per la città calcolato da Confcommercio

Milano accoglie la Swiftonomics: Taylor Swift porta 180 milioni di euroTaylor Sfift in concerto a Dublino lo scorso 28 giugnoPhoto by Charles McQuillan/TAS24/Getty Images for TAS Rights Management

Più di 530 euro per l’alloggio, almeno 315 euro nella ristorazione e circa 27 euro per trasporti e parcheggio in città. Senza contare il biglietto di ingresso per l’evento che, in media, supera i 220 euro. È quanto ciascuno dei fan ha investito per assistere dal vivo alla tappa milanese del The Eras Tour, il celebre concerto che Taylor Swift sta portando in giro per l’Europa. Secondo un’analisi di Confcommercio, con il suo concerto in programma il 12 e 13 luglio la cantautrice statunitense genererà per la città di Milano un indotto economico di circa 180 milioni di euro (176,6 milioni).

L’impatto economico di Taylor Swift a Milano

Milano si prepara, quindi, a beneficiare degli effetti della Swiftonomics, ovvero l’impatto economico generato da Taylor Swift sulle città che stanno accogliendo The Eras Tour. Il prossimo weekend, dopo le date sold out di Vasco Rossi, Max Pezzali e molti altri artisti italiani, arriverà allo stadio San Siro uno spettacolo che è diventato un fenomeno di studio in tutte le città del mondo in cui è approdato grazie all’impatto economico che ha avuto.

Per il 13 e 14 luglio sono attesi allo stadio 128 mila fan. Ma il numero potrebbe essere ancora più alto se, come successo in altre città del mondo, chi non è riuscito ad acquistare il biglietto dovesse comunque recarsi allo stadio per ascoltare il concerto dall’esterno.

“A oggi le strutture alberghiere della città e quelle extra alberghiere registrano un aumento delle prenotazioni rispetto allo stesso weekend dello scorso anno”, spiega Marco Barbieri, Segretario Generale di Confcommercio Milano. “Parliamo di una crescita del 4% per gli alberghi e dell’11,2% per B&B e case vacanza. Anche i turisti in arrivo dagli aeroporti milanesi crescono rispetto allo stesso weekend dello scorso anno. I dati Sea ci dicono che da venerdì 12 a lunedì 15 luglio il traffico previsto è in aumento dell’8,7% rispetto allo stesso periodo 2023 con oltre 540 mila passeggeri – in arrivo e in partenza – attesi negli aeroporti di Linate e Malpensa”.

© Riproduzione riservata