Pubblicità, in Italia oltre 9 miliardi di raccolta: non accadeva dal 2010

I dati Nielsen disegnano un quadro positivo e confermano il sorpasso del mondo digitale sulla televisione. Il 2024 potrebbe portare con sé ulteriori miglioramenti grazie a importanti eventi sportivi

pubblicitàShutterstock

La raccolta della pubblicità in Italia è tornata a sfondare quota 9 miliardi di euro, come non succedeva dal 2010. Per l’esattezza, secondo Nielsen nel 2023 gli investimenti pubblicitari hanno raggiunto i 9,18 miliardi, una cifra in aumento del 2,6% rispetto al 2022.

“La crescita è incoraggiante e testimonia lo stato di salute dell’advertising che, per il terzo anno consecutivo, chiude con un segno positivo”, ha affermato sulle pagine del Sole 24 Ore Luca Bordin, Country Leader Italia di Nielsen. “Un trend confermato anche dal +0,3% del mese di dicembre. Infatti, anche in assenza di eventi sportivi la raccolta pubblicitaria è in crescita”.

Le previsioni Adv in Italia per il 2024

Per il 2024 si prevedono ulteriori miglioramenti perché sarà un anno caratterizzato dagli Europei di calcio e dalle Olimpiadi: “Tale prospettiva è rafforzata dalle ultime previsioni macroeconomiche che confermano un outlook di sostanziale stabilità nei prossimi mesi, seppure in presenza di un quadro geopolitico che desta non poche preoccupazioni”, ha aggiunto Bordin.

La crescita degli investimenti pubblicitari è stata generalizzata rispetto ai mezzi, con la sola eccezione dei quotidiani (-4% da 438,2 a 420,6 milioni di euro) e del direct mail (-11,6% da 198,8 milioni a 175,6 milioni). La raccolta web però ha avuto un ruolo di traino di primo piano.

Il trend cominciato alla fine del 2020, con l’adv online pronto a sorpassare la televisione, è ormai netto e consolidato: il primo pesa sul mercato per il 44,2%, la seconda solo per il 39,2%. Nel dettaglio il mondo digital ha raccolto 4 miliardi, in aumento del 3,5% su base annua, mentre la Tv si è fermata a 3,6 miliardi (+2,1%).

Stando ai dati elaborati dal Sole 24 Ore, i canali Mediaset hanno raccolto 2 miliardi (+1,8%) seguiti dalla Rai a quota 713 milioni (+1,3%); Sky a 421,7 milioni (+4,5%); Discovery a 255,3 milioni (+6,2%); La7 a 172,9 milioni (+0,7%) e i canali kids K2 e Fresbee (raccolti da Prs) a 21,5 milioni (-21%).

© Riproduzione riservata