Il Web non va mai in vacanza

App e iniziative “furbe” per farvi godere meglio l’estate. Tiscali lancia la app Indoona, così telefonare gratis sarà più semplice, mentre gli appassionati di calcetto fanno rete con Fubles. Peroni invece lascia il segno su un altro tipo di campo, rigorosamente on line

Vacanze, divertimento e creatività anche quando si tratta di comunicare. Sono le parole guida di questo nuovo nume-ro di Social Planet. La prima case history ha un taglio decisamente pragmatico: vi spieghiamo come chiamare numeri fissi italiani senza pagare grazie a un’app innovativa (Indoona) proposta da Tiscali. Il divertimento puro e l’aggregazio-ne sono la chiave di lettura del successo tricolore di Fubles, il primo social network per far conoscere e giocare insie-me, nelle grandi città, gli appassionati di calcio a cinque. Fuori dalle regole della comunicazione tradizionale, infine, è l’operazione condotta su YouTube e su diversi siti da Peroni per il lancio dell’iniziativa “Segni nei Campi”.

BIRRA DI UN ALTRO PIANETA

L’idea guida della campagna “Segni nei Campi” di birra Peroni è stata semplice quanto impattante: rivelare la misteriosa comparsa di incredibili disegni trovati nei campi di orzo, nelle campagne di alcune località italiane, proprio alla vigilia della mietitura. Un video segnalato su YouTube e alcune foto girate sul Web, articoli su diversi siti e un’attenta strategia di comunicazione “virale”, utilizzando solo la Rete e la multimedialità hanno fatto parlare proprio «di segni misteriosi comparsi nella notte». Immagini che lasciavano pensare a uno sbarco di alieni o a suggestioni ricreate volutamente da artisti contemporanei, e che invece hanno svelato un intento ben preciso: comunicare e parlare di qualità di prodotto utilizzando esclusivamente il Web e YouTube, il social network più popolare al mondo nella condivisione di video.

TUTTI PAZZI PER IL FUTSAL

Un social network dedicato interamente al fenomeno del momento in molte grandi città italiane: il futsal (o calcio a cinque). In poco tempo Fubles, questo il nome del primo soccer network, ha catturato l’attenzione di oltre 250 mila utenti registrati (sul sito) e l’app omonima è una delle più scaricate da Facebook. L’idea è semplice: mettere in contatto persone accomunate da una passione (in questo caso il calcio, ma in futuro toccherà tutti gli sport amatoriali) e metterli in Rete. In poco tempo ha coinvolto più di 12 mila circoli sportivi, generando oltre 55 mila partite giocate, il tutto tramite il web. Intercetta principalmente il target dei 27-30enni, universitari (spesso fuori sede) o dei lavoratori trasferiti, ma il bacino dei “calcettisti” cui attingere attraverso la Rete è enorme (ben 11 milioni di utenti). Il contatto per utilizzare questo nuovo social network è semplice: ci si iscrive, anche attraverso Facebook, si invia la foto e si attende di conoscere altri appassionati di sport, che, pur non conoscendosi, sono interessati a giocare con nuovi compagni.

QUATTRO CHIACCHIERE A COSTO ZERO

Il mese di agosto fa pensare immediatamente alle vacanze degli italiani, e, in tempi di crisi, comunicare all’estero con parenti e amici può diventare un costo che si paga al termine delle ferie. A venire incontro alle esigenze di austerity dei vacanzieri tricolori ci ha pensato Tiscali con Indoona, l’applicazione ufficiale che permette di inviare messaggi e chiamare i propri contatti o i numeri fissi gratuitamente (una funzione che non prevedono, per esempio, i gettonatissimi Viber o Skype). Il funzionamento avviene attraverso la rete dati 3G o utilizzando dispositivi wi-fi. L’app Indoona di Tiscali è disponibile solo sul sistema Android e ha un tetto mensile di 200 minuti.

© Riproduzione riservata