Connettiti con noi

Business

Gruppo Fs: investimenti record e oltre 12 mila assunzioni

Il commento dell’a.d. Luigi Ferraris ai risultati di bilancio 2023, durante il quale Ferrovie dello Stato Italiane ghaa raggiunto quasi 15 miliardi di ricavi (+8%).

Luigi-Ferraris-Gruppo-Fs Luigi Ferraris, amministratore delegato del Gruppo FsCredits: Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images

Toccano un record mai visto prima gli investimenti del Gruppo FS – Ferrovie dello Stato Italiane, che nel 2023 ha messo sul piatto ben 16 miliardi di euro (erano 11 nel 2022). “Una cifra mai registrata nella storia di Fs”, conferma l’amministratore delegato Luigi Ferraris, che sottolinea come nei suoi tre anni di mandato la voce investimenti sia arrivata a 40 miliardi di euro. “Un impegno notevole in termini di capacità e sviluppo per l’ammodernamento infrastrutturale del Paese, a cui contribuiscono anche i fondi assegnati con il Pnrr, di cui Fs è la principale assegnataria con oltre 26 miliardi di euro. Di questi, a fine 2023 risultano spesi 8 miliardi di euro, pari a circa il 30% delle risorse previste”.

Il manager della controllata pubblica ha fatto un bilancio di un 2023 che ha visto l’azienda chiudere con ricavi in crescita a quasi 15 miliardi di euro (14,8 miliardi), in crescita di 1,1 miliardi (+8%) sull’anno precedente. Numeri trainati soprattutto dalle performance operative e dalla marcata ripresa del polo passeggeri (+11% rispetto al 2022) e dal polo merci (+6%), tra l’altro in un difficile contesto logistico europeo.

I numeri del Gruppo Fs nel 2023

L’Ebitda è aumentato di 16 milioni di euro (+1% rispetto al 31 dicembre 2022) per effetto, principalmente, della crescita dei ricavi. L’Ebit si attesta invece a 338 milioni di euro con una crescita del 29% rispetto al 2022. Pesante calo, invece, per l’Utile Netto, che si attesta a 100 milioni di euro (rispetto ai 202 milioni di euro del 2022, -51%). Al netto delle partite straordinarie (ristori Covid-19 registrati nel 2022 e restituzione aiuti di Stato relativi agli anni 2003-2014), il risultato netto avrebbe registrato una crescita del 578%.

La Posizione finanziaria netta è pari a circa 11 miliardi di euro (+3,6 miliardi di euro nel 2022) principalmente per effetto della crescita degli investimenti. Riguardo alle assunzioni sono state oltre 12 mila nel 2023 e più di 30 mila nel triennio 2021-2023, che hanno abbassato l’età media da 43 a 41 anni.