Google e Verizon sognano un internet mobile a doppia velocità

La proposta congiunta dei due colossi Usa atta a privilegiare la trasmissione dei contenuti a pagamento apre il dibattito sulla neutralità della Rete

Fa discutere la richiesta avanzata all’Autorità di garanzia per le telecomunicazioni americane da Google e Verizon, uno dei maggiori operatori tlc Usa. Le due aziende affrontano nel documento “Una proposta comune di policy per una Rete aperta” il tema dell’apertura dei servizi internet. Se da un lato si afferma l’importanza dell’accesso alla Rete e la non discriminazione di alcun tipo di contenuto, dall’altro si concede una totale libertà alla rete mobile esentata da queste regole. Nel punto più controverso del documento i due colossi Usa chiedono, infatti, di essere autorizzati a vendere pacchetti di servizi a valore aggiunto a pagamento, che per funzionare avrebbero bisogno di poter viaggiare a velocità privilegiate sulla rete internet mobile.Ad opporsi alla rivoluzionaria richiesta alcuni big della Rete, tra i quali Microsoft e Yahoo! ma anche associazioni che sostengono i diritti di Internet e la libertà di espressione. I detrattori della proposta ritengono che questa violi il principio della neutralità della Rete, secondo il quale il web deve essere aperto a tutti alle stesse condizioni di accesso e di velocità, creando di fatto delle corsie veloci per il consumo di contenuti digitali a scapito del resto della Rete.D’altra parte, se accolta, la proposta potrebbe dare nuovo sprint all’industria dei contenuti, sia editoriali che di servizio.

© Riproduzione riservata