Connettiti con noi

Business

Galup cresce in Golosi di Salute. Al lavoro sul nuovo polo dolciario di Alba

Eataly esce dalla realtà piemontese, resterà solo la famiglia Farinetti con il 10% delle quote. Investimento da 10 milioni di euro nell’ex stabilimento Miroglio destinato a ospitare anche il marchio Streglio

architecture-alternativo Stefano Borromeo, amministratore delegato di Galup

Sta prendendo forma il nuovo polo dolciario coordinato da Galup e dalla holding Glp (Gruppo Tcn) guidata dall’amministratore delegato Stefano Borromeo, rientrato in Galup dopo un anno da Cfo nel Gruppo Covisian. A pochi giorni dall’acquisizione di nuove quote di Golosi di Salute – che ha portato Galup dal 50 al 90% del capitale, da cui è fuoriuscito Eataly e dove rimane con il 10% la famiglia Farinetti – Borromeo ha illustrato al Sole 24 Ore la strategia per un polo che, oltre a Galup comprende il brand Streglio, Mandrile Melis, Pasticceria Cuneo e la stesas Golosi di Salute per un giro d’affari complessivo da 29 milioni di euro.

“Nel corso del tempo abbiamo rafforzato le partecipazioni della holding per andare verso un vero e proprio consolidamento industriale ed economico-finanziario”, ha affermato Borromeo. “La nostra idea è quella di mettere a fattor comune la rete distributiva e di marketing per spingere queste realtà nel settore dell’HoReCa (hotel, ristoranti e bar), cercando di allargare il business”.

Il progetto ruota attorno all’ex stabilimento Miroglio da 8 mila mq ad Alba, acquisito da Galup e in fase di ristrutturazione, che  sarà destinato a ospitare le produzioni de marchio Streglio e quelle di Golosi di Salute. Per lo stabilimento l’investimento totale è di 10 milioni di euro.