Connettiti con noi

Business

Maxi perdita per Hp

Il gigante dell’elettronica chiude il trimestre con un rosso di quasi 9 miliardi di dollari. Pesa il deprezzamento di EDS

La sofferenza del gigante americano dell’IT continua. HP infatti ha comunicato che il terzo trimestre si è chiuso con una perdita di 8,9 miliardi di dollari; una perdita mai raggiunta dalla società in tutta la sua storia. Un risultato in grandissima parte dovuto al deprezzamento attuato su EDS, società di servizi acquisita nel 2008. Il giro d’affari è stato di 29,7 miliardi di dollari e al netto del deprezzamento il risultato fiscale sarebbe stato in positivo di circa 2 miliardi di dollari, rispetto ai 2,3 del pari trimestre del 2011. Le vendite di prodotti hanno riportato un calo del 10% sul Q3 2011 con le stampanti che hanno registrato un calo del 23% e i laptop del 12%. Nonostante il risultato fiscale negativo e la pressione crescente dei competitor asiatici con la conseguente erosione di quote di mercato, Meg Whitman rimane confidente che “HP ha le energie e il team per poter imprimere una decisa svolta a questa situazione: il nostro piano di turnaround è solo all’inizio” ha commentato. È sempre più probabile che HP decida di dismettere e cedere alcuni asset non più strategici o in perdita.

Credits Images:

Meg Whitman, ceo HP