Connettiti con noi

Business

Edison, si va verso una soluzione: una Edipower tutta italiana

La proposta di Zuccoli (A2a) all’amministratore delegato di Edf, Henri Proglio che porrebbe le basi per una nuova multi utility italiana accanto a Enel ed Eni

Il blocco che vede contrapposte le utility italiane guidate da A2a e Iren ai francesi di Edf sull’affare Edison potrebbe essere a una svolta. Al momento le due parti sono bloccate su due questioni principali: l’aumento di capitale per Edison (domani se ne discuterà nel Consiglio di amministrazione) che i francesi giudicano indispensabile mentre i soci italiani restano più scettici; e il debito di Edipower (controllata al 50% da Edison) che i francesi vorrebbero si accollare quasi totalmente agli italiani. La svolta arriva da una proposta di Giuliano Zuccoli, presidente del Consiglio di gestione di A2a, che in una lettera inviata all’ad di Edf, Henri Proglio, ha dichiarato l’intenzione di cedere le quote in Edison (pari a circa il 30%) per ottenere in cambio il controllo tutti gli asset di Edipower. In pratica invece che accollarsi un eventuale debito per 900 milioni per rilevare due delle nove centrali idroelettriche, A2a è pronta a comprare tutti gli impianti per un debito complessivo di 1,1 miliardi di euro. Secondo quanto riportato dal quotidiano la Repubblica, questo passo, appoggiato anche dal governo italiano, potrebbe porre le basi per la nascita di una nuova multiutility italiana attraverso una fusione di A2a, Iren e Acea Roma. Da queste tre realtà nascerebbe una nuova società energetica accanto a Enel ed Eni specializzata nel settore del gas ma anche nella gestione delle risorse idriche e dello smaltimento dei rifiuti. La proposta di Zuccoli verrà valutata domani, mercoledì 21 dicembre, in occasione del Cda Edison in programma a Milano; sempre domani il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, incontrerà i soci italiani per offrire un appoggio al progetto. Il ministro, infatti, potrebbe agire per via diplomatica con il governo francese che controlla per il 70% Edf. Accettando la proposta di A2a il colosso francese avrebbe la possibilità di muoversi più liberamente verso una riorganizzazione di Edison.

Credits Images:

Piacenza, una dellle nove centrali di Edipower