Conti in rosso, la Saab in orbita cinese

Dalla Cina due aziende sono pronte a investire per risollevare un marchio storico (ma in difficoltà) e rafforzarsi sul mercato mondiale

Dopo il marchio Volvo, un’altra storica azienda svedese entra nell’orbita cinese. Ai conti in rosso della Saab (224 milioni di perdite tra gennaio e giugno 2011) sono interessate due società in particolare, la Zhejiang Youngman Lotus automobile e la Pang Da automobile trade, che hanno chiesto alla Repubblica popolare cinese il via libera per investire circa 245 milioni di euro per l’acquisto del 53,9% del capitale di Saab (in precedenza Pang Da era già corsa in aiuto del gruppo svedese). Il via libera della Cina sarebbe gradito anche a Trollhattan, in particolare dal presidente e Ceo di Saab, Victor Muller, che recentemente si è scusato coi dipendenti per il ritardo nel pagamento degli stipendi. Muller ha aggiunto che la società continua a lottare per conseguire nuova liquidità e di voler raggiungere un accordo con i fornitori per riprendere la produzione.

© Riproduzione riservata