Connettiti con noi

Business

Completato il passaggio di Aston Martin a Investindustrial

L’operazione del fondo che fa riferimento alla famiglia Bonomi prevede un investimento di circa 177 milioni di euro. Il marchio, ora sotto il controllo italiano, manterrà la produzione in Inghilterra

Si è conclusa l’operazione che ha portato il marchio automobilistico di lusso, Aston Martin sotto il controllo di Investindustrial, fondo di private equity che fa riferimento alla famiglia Bonomi. L’operazione, annunciata a dicembre 2012 e conclusasi a inizio maggio 2013, prevede un investimento di 150 milioni di sterline (circa 177 milioni di euro) da parte del fondo e sotto forma di aumento di capitale, che passerà così da 630 a 780 milioni di sterline. L’accordo raggiunto con l’ormai ex azionista di maggioranza kuwaitiano Investment Dar, assegna a Investindustrial il 37,5% delle azioni di Aston Martin e il 50% dei diritti di voto. In una nota del marchio inglese si ribadisce il programma di investimento da 625 milioni di euro che, nei prossimi 5 anni, porterà allo sviluppo tecnologico e alla realizzazione di nuovi prodotti; la sede e la produzione di Aston Martin resteranno a Gaydon nel Warwickshire (Inghilterra).