AbInBev si beve SabMiller, nasce colosso della birra da 250 miliardi

Il gruppo britannico cede all’offerta del leader di mercato, che ha messo sul piatto un’offerta da record

Dopo una lunga trattativa, SabMiller ha accettato l’offerta di acquisto da AbInBev, che darà vita al più grande colosso mondiale della birra. Quella appena annunciata dalle due società, rispettivamente numero due e numero uno al mondo nel settore, è una delle principali operazioni di acquisizione della storia: il gruppo belga-brasiliano AbInBev (nel portafoglio oltre 200 marchi di birra, tra cui Budweiser, Corona e Stella Artois) investirà 90 miliardi di euro, ovvero 44 sterline per azione, valorizzando la capitalizzazione di mercato della britannica SabMiller (proprietaria di marchi quali Peroni, Nastro Azzurro, Grolsch e Pilsner Urquell) sui 70 miliardi di sterline.

La megafusione, darà vita a un gruppo con capitalizzazione da oltre 250 miliardi di euro, che opererà in tutti i principali mercati della birra e aprirà al gruppo belga le porte dell’Africa.

© Riproduzione riservata