Fibra ottica is “in the air”

Dati e contenuti veicolati in cavi di aria nell’etere, riduzione della dispersione di informazioni: ecco i benefici della nuova rivoluzione delle telecomunicazioni

Un gruppo di ricerca dell’Università del Maryland, guidato dal fisico e ingegnere Howard Milchberg, ha realizzato una “guida d’onda”: una struttura lineare per convogliare onde elettromagnetiche dentro un percorso definito, ottimizzando sia i segnali luminosi emessi da fonti distanti tra loro, sia minimizzando la dispersione di informazioni che invece accade con i normali cavi a fibra ottica. Lo studio, pubblicato sulle pagine di Optics, annuncerebbe una rivoluzione per le telecomunicazioni: dati, immagini e contenuti viaggerebbero in autostrade aeree per essere diffusi istantaneamente in tutto il mondo. Il nuovo sistema sperimentato dal team di studiosi americani permetterebbe di risolvere problemi di dispersione di intensità luminosa su lunghe distanze causata da gas dell’atmosfera. Infatti, i cavi d’aria, realizzati dal team di ricerca del Maryland, consisterebbero in un involucro di aria a bassa densità che racchiuderebbe un nucleo di aria più densa. Come evidenzia la ricerca, la canalizzazione di informazioni con le guide d’onda avrebbe numerosi risvolti, ad esempio per le comunicazioni laser su lungo raggio, per rilevare gas inquinanti nell’aria, fino a mappe Hd e armi laser.

© Riproduzione riservata