Elica debutta nel mercato dei forni: “la produzione sarà in Italia”

L’azienda di Fabriano amplia la sua offerta, investendo 40 milioni sul riposizionamento del proprio marchio

Elica-Cucina-Moderna

Saranno disponibili sul mercato da maggio i primi modelli della gamma di forni, piani a induzione e wine cellar di Elica. Una gamma che segna il debutto dell’azienda di Fabriano, specializzata in sistemi aspiranti, in questo segmento della cucina. Non solo. Il Gruppo punta a un importante riposizionamento della propria brand identity con un piano da oltre 40 milioni di euro in tre anni, destinati al progetto di trasformazione del business, in particolare in ambito R&D e marketing.

“Ci siamo voluto rimettere in gioco, perché siamo convinti che sul mercato c’è spazio, per un’azienda come la nostra, per crescere ancora e acquisire nuove quote di mercato”, ha affermato il presidente Francesco Casoli. “Per accompagnare e far comprendere questa nostra evoluzione e questo ampliamento della gamma, è necessario uno sforzo anche in termini di comunicazione. In molti, ancora oggi, ci identificano con i sistemi di aspirazione, ma ormai da quattro anni produciamo anche piani cottura, in Italia e in Polonia, e ora faremo anche i forni e dobbiamo lavorare affinché il nostro marchio abbia dignità e riconoscibilità in questo segmento”.

Elica: in Italia la produzione dei forni

La gamma di forni e wine cellare sarà prodotta in Italia, ha assicurato Casoli. “Riteniamo di avere le giuste competenze e anche in futuro continueremo ad avere questo assetto produttivo, in cui l’Italia riveste un ruolo centrale, ma sfruttando anche la nostra piattaforma produttiva globale”. Come riportato dal Sole 24 Ore, Casoli si dice convinto che ci sia spazio “per un nuovo player nel mercato degli elettrodomestici da cucina, capace di reinterpretare i modelli tradizionali e trovare soluzioni nuove, guidate da creatività, innovazione tecnologica e design”. Questi elementi, compresa la parte di ricerca e sviluppo dei prodotti, resteranno saldamente nell’headquarter italiano, dove sono in programma anche nuove assunzioni.

© Riproduzione riservata