Connettiti con noi

Business

Natale 2013, acquisti in calo

Sei italiani su dieci ridurranno il loro budget. In crescita però i regali tecnologici

Uno studio di Confcommercio commissionato a Format, conferma il calo degli acquisti da parte degli italiani per queste festività natalizie. Rispetto al 2012, quasi sei italiani su dieci spenderanno mediamente meno per i regali, ma l’86% non rinuncerà al rito dello scambio di regali. Anche se il 40,5% è intenzionato a mantenere invariato il budget, solo l’1,8% pensa che spenderà di più. In particolare chi ridurrà il budget sono in prevalenza giovani al di sotto di 34 anni, gli over 64 anni, le donne e i residenti nelle aree metropolitane. Per quanto riguarda l’entità del budget il 63,5% spenderà tra i 100 e i 300 euro, il 31,5% ne spenderà meno di 100, solo il 5% supererà i 300 euro. I destinatari dei regali saranno in prevalenza i familiari più stretti (55,6%), seguono i parenti (50,7%), i conoscenti, (40,7%) in fine gli amici (39,0%). Inoltre il 42,8% faranno acquisti “per sé”. Per quanto riguarda la tipologia di regalo tre italiani su quattro faranno regali “gastronomici”, il 61% acquisteranno giocattoli per bambini (61%). Crescono i regali tecnologici come smartphone e tablet. In calo invece nella lista dei doni da comprare elettrodomestici, abbigliamento, calzature e viaggi. Per quanto riguarda i luoghi di acquisto, la grande distribuzione pur rimanendo in prima posizione cala dal 68,9% al 59,5% (-9,5%), la distribuzione tradizionale cresce dal 51,2% al 58% (+6,8%), come anche gli acquisti effettuati online che sarà usato dal 30,1% del campione (+1,8%). L’e-shopping (quadruplicato negli ultimi tre anni) viene preferito da quattro giovani su dieci sotto i 35 anni. Infine il 42,5% degli italiani si ridurrà all’ultimo minuto, ovvero nella seconda metà di dicembre per effettuare gli acquisti.