Mercato due ruote a -16,7%. Piaggio regina del mercato

Immatricolazioni di scooter e moto in linea con le vendite delle auto. Il gruppo presieduto da Roberto Colaninno cresce anche grazie a Poste Italiane

Se Atene piange, Sparta non ride. In concomitanza con i dati sulle immatricolazioni auto aggiornate ad agosto 2012 (Leggi), arrivano anche quelle riguardanti il mercato delle due ruote. Anche qui regna il segno meno con le vendite che ad agosto si sono fermate a 11.100 unità, pari al -16,7% rispetto ad agosto 2011; in particolare gli scooter segnano un -12,9% (8.273 veicoli), le moto -26% (2.828) e i 50cc un -34,5% (3.424). Se è vero che agosto pesa solo per il 5% delle vendite annuali, la situazione non cambia analizzando il periodo gennaio-agosto 2012 dove l’immatricolato registra 170.536 veicoli (-17,9%), di cui 121.408 scooter con -12,1% e 49.128 moto pari a -29,4%. I ‘cinquantini’ arrivano solo a 37.766 unità, dunque -30,3%. “Ancora una volta dobbiamo constatare che i mezzi di trasporto sono tra i più penalizzati dalla riduzione dei consumi”, afferma Corrado Capelli, presidente di Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori), sottolineando che senza un’inversione di tendenza non sarà possibile salvaguardare i livelli occupazionali. “Siamo a disposizione delle istituzioni centrali e locali per intraprendere tutte le attività che possano restituire alle due ruote il ruolo da protagonista nella mobilità sostenibile”, aggiunge Capelli.

POSTE ITALIANE AIUTA PIAGGIO. Di fronte ai dati negativi di Ancma, può sorridere il gruppo Piaggio che per il mese di agosto registra una cresce delle proprie quote sui più importanti segmenti del mercato italiano delle due ruote. Nei primi otto mesi dell’anno Piaggio ha conseguito una quota di mercato complessiva del 31,6% per una crescita di 3,8 punti percentuali rispetto ai primi otto mesi del 2011.Il segno ‘+’ per l’azienda guidata da Roberto Colaninno è da attribuire anche all’effetto delle immatricolazioni degli scooter Liberty che Piaggio fornisce a Poste Italiane. Nel settore scooter, tra gennaio e agosto 2012, il gruppo raggiunge la quota di mercato del 40,2% (+3,9 rispetto allo stesso periodo del 2011). Stabile al 6,1% la quota italiana di Piaggio nel settore della moto, che in particolare fa registrare una crescita di 0,3 punti percentuali nei primi otto mesi dell’anno nel segmento delle over 700cc (ora al 7,7%); un risultato legato alle performances positive dei nuovi modelli lanciati da Moto Guzzi e Aprilia nel campo delle moto di grossa cilindrata.

© Riproduzione riservata