Incentivi per gli elettrodomestici, non è impossibile

Un incontro tra il ministro dello Sviluppo economico e l'associazione di rappresentanza Ceced apre alla possibilità di un fondo da 600 milioni da destinare all'acquisto di nuovi apparecchi

Incentivi per gli elettrodomestici all’orizzonte? L’ipotesi non sembrerebbe così remota. Lunedì 17 dicembre una delegazione di Ceced (l’Associazione nazionale dei produttori di apparecchi domestici e professionali) è stata ricevuta dal ministero dello Sviluppo economico per discutere su come arginare la crisi del settore. Nelle prossime settimane è previsto l’orientamento delle risorse del fondo per la crescita sostenibile del ministero, che ammonta a 600 milioni: fra le priorità – secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore – c’è l’efficienza energetica, uno dei punti di forza della R&S dell’industria degli elettrodomestici.La bozza del decreto attuativo del fondo prevedrebbe programmi di investimento per incrementare la produttività e sostenere le aree in difficoltà, oltre al sostegno di nuove aree tecnologiche.L’appuntamento fra Ceced e il ministero è stato aggiornato a fine gennaio a un tavolo di filiera con Federmeccanica, distribuzione, sindacati e ministeri dell’Ambiente e del Lavoro.

© Riproduzione riservata