Connettiti con noi

Business

Imprese, il 61% paga in ritardo

E i più morosi sono proprio i grandi gruppi (87%). Secondo i dati raccolti tra luglio e settembre la quota delle aziende ritardatarie è aumentata dell’1% rispetto al trimestre precedente e del 6% sullo stesso periodo dell’anno scorso

Sempre meno aziende rispettano gli impegni presi nei tempi di pagamento. A fine settembre più 6 aziende su 10 (il 61%) hanno pagato in ritardo rispetto ai termini concordati in fattura. A fare un quadro della situazione italiana è il Cerved che tra luglio e settembre 2010 ha visto aumentare dell’1%, rispetto al trimestre precedente, la quota delle aziende ritardatarie, il 6& in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Da sottolineare come non siano solo i ‘piccoli’ a prolungare le date di pagamento: la maggior percentuale di ritardatari sta nei grandi gruppi, con l‘87% delle società maggiori che non rispettano gli impegni contrattuali o in fattura. In forte aumento anche i protesti: nel terzo trimestre dell’anno sono state 68mila le imprese ‘protestate’, in aumento del 2,3% rispetto al trimestre precedente, un incremento particolarmente elevato per il periodo estivo.