E-commerce? Una passione per dieci milioni di italiani

Ventuno milioni quelli che hanno acquistato almeno un volta sul web e ben 16 milioni quelli che lo hanno fatto negli ultimi tre mesi. I dati si riferiscono al maggio 2014 e sono contenuti in una ricerca presentata da Netcomm

È un’Italia sempre più interessata ad utilizzare il canale web per effettuare i propri acquisti quella descritta dalla seconda rilevazione trimestrale di fine maggio Net Retail – Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani, realizzata da Human Highway in collaborazione con NetComm e in partnership con Banzai, Postecom e QVC.

Ventuno milioni i consumatori del nostro Paese che hanno effettuato almeno una volta nella vita un acquisto on line e 16 milioni quelli che hanno comprato almeno una volta negli ultimi tre mesi.

Ma il dato che meglio testimonia dell’affermarsi della progressiva affermazione del canale e-commerce (anche nella versione m-commerce) è un altro: sono circa 10 milioni i nostri concittadini che possono essere considerati acquirenti on line abituali. Rispetto allo scorso anno l’incremento è del +26%.

Stesso tasso di crescita si registra per il numero degli atti di acquisto on line originati da consumatori italiani che nell’ultimo semestre avrebbero superato i 100 milioni e manterrebbero un trend di crescita che autorizza gli estensori dello studio a ritenere possibile che già entro fine anno venga oltrepassato anche il tetto delle 200 mila operazioni. I prodotti rappresentano il 56% dei beni acquistati, mentre il restante 44% un servizio o un bene digitale.

Complessivamente nel 2013 il valore degli acquisti on line ha superato i 14 miliardi di euro e dovrebbe raggiungere i 18 miliardi entro fine 2014.

La ricerca conferma una tendenza già rilevata in precedenza, la capacità dell’on line di influenzare gli acquisti effettuati nei punti vendita, e stima che questa condizione si sia verificata almeno in un acquisto tradizionale su quattro. Per la precisione, lo studio descrive uno scenario che prelude alla ibridazione tra on line e off line con il canale che diventa ininfluente rispetto al percorso di informazione e di acquisto.

In aumento anche la percentuale di coloro che utilizzano app e smartphone per effettuare i propri acquisti on line. Dei 16 milioni di e-shopper registrati negli ultimi tre mesi, il 16,4% ha utilizzato una app e il 10%il proprio smartphone.

© Riproduzione riservata