Connettiti con noi

Business

È ancora l’ora di Tiger Woods. Parola di Rolex

Nonostante la perdurante crisi di risultati, il golfista americano è il nuovo ambasciatore del brand svizzero di orologi. «Siamo convinti che abbia ancora una lunga carriera davanti a sé»

Nonostante gli scandali sessuali che ne hanno compromesso l’immagine, la perdurante mancanza di vittorie e l’inesorabile allontanamento dalla vetta del Golf World Ranking, non sembra ancora giunta la fine dell’era Tiger Woods. Almeno non secondo Rolex. L’azienda dei celebri orologi haute de gamme ha infatti scelto il golfista americano come nuovo ambasciatore mondiale del marchio. Una partnership che, come sottolinea Rolex, nasce per «rendere omaggio all’eccezionale levatura e fama internazionale di Tiger Woods, sottolineando il ruolo di primo piano da lui svolto nel rendere il golf uno sport di successo mondiale». Una partnership che non però vuole solo celebrare il passato da campione di Tiger Woods ma che vuole essere anche un impegno per il futuro, perché in Rolex dicono di avere la convinzione che il golfista «abbia ancora una lunga carriera davanti a sé e la certezza che continuerà a scrivere grandi pagine della storia del golf». Un bella iniezione di fiducia (nonché di quattrini) per Tiger che negli ultimi due anni ha perso diversi sponsor tra i quali Tag Heuer, AT&T, Gatorade e Accenture. Non sono stati resi noti gli accordi, anche se difficilmente capiterà di vedere Woods sul green con un orologio al polso, visto che non l’ha mai fatto.

Credits Images:

Tiger Woods