Connettiti con noi

Business

Digitale terrestre, azzerato il beauty contest

Stop all’assegnazione gratuita delle frequenze. Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha annunciato un’asta con vendita a pacchetti

Stop al beauty contest. Arrivati quasi al termine dei 90 giorni della sospensione (il 19 aprile), decisa dal ministero dello Sviluppo economico, adesso è vicinissima l’approvazione del decreto che revocherà definitivamente la procedura di assegnazione gratuita delle frequenze del digitale terrestre. Il ministro Corrado Passera ha infatti confermato che il beauty contest verrà azzerato e sostituito da un’asta fatta di pacchetti con durate verosimilmente diverse. L’ipotesi in campo è quella di assegnare le frequenze della banda 700 fino al 2015, quando parte delle reti – su decisione della commissione Onu – verranno cedute dalla tv all’accesso a internet. I multiplex (ovvero pacchetti di frequenze) restanti potrebbero invece essere ceduti per un periodo più lungo a imprese puramente televisive. La decisione del governo dovrà comunque essere valutata dalla Commissione Europea (che ha invece ricevuto il ricorso di Europa 7 proprio contro l’annullamento del beauty contest). Sarà poi l’Agcom a stabilire tempi e durata dell’asta.