Caos Benetton: cosa accade ora

Il nuovo corso comincerà già il prossimo 18 giugno 2024, con una rinnovata squadra di manager senza esponenti della “dinasty” alla guida per la prima volta nella storia aziendale

Caos Benetton: cosa accade oraBenetton Group

L’annuncio di Luciano Benetton sull’inatteso buco di bilancio di 100 milioni di euro e la sua conseguente rinuncia all’incarico di presidente esecutivo del gruppo segnano l’inizio di un periodo di cambiamenti per la storica azienda di abbigliamento nata dalla famiglia a Ponzano Veneto nel 1965 e diventata un’icona italiana nel mondo.

La prima domanda a cui dare risposta è cosa accadrà ora, dopo l’addio del fondatore. È dato per certo che la società verrà data in gestione a un nuovo management, dopo la delusione, l’amarezza e anche la rabbia pubblicamente espressa nei confronti della gestione attuale. La famiglia Benetton, comunque, sembra intenzionata a continuare a investire.

Il nuovo corso comincerà già il prossimo 18 giugno 2024, con una rinnovata squadra di dirigenti senza esponenti della famiglia alla guida per la prima volta nella storia aziendale. Il sostegno della famiglia, oltre che con il ruolo di azionista, proseguirà attraverso la mediazione e il controllo al 100% della holding “Edizione”.

Domani il consiglio di amministrazione di Benetton Group dovrà approvare il bilancio dell’esercizio 2023, che sarà poi sottoposto all’ok anche da parte dell’assemblea convocata a Ponzano per il 18 giugno. Sarà l’ultimo consiglio del presidente esecutivo, Luciano Benetton.

Si parla ora di una perdita netta del valore di 230 milioni di euro, per un fatturato di 1,098 miliardi e un ebit di 113 milioni. Dall’inizio del 2024 Edizione ha avviato un piano di supporto finanziario pari a 260 milioni di euro.

© Riproduzione riservata