Connettiti con noi

Business

Bending Spoons accoglie capitali: 200 milioni per nuove acquisizioni

La società hi tech milanese del Ceo Luca Ferrari archivia il 2023 con un margine operativo lordo di 200 milioni di euro, ma punta ai 500 milioni entro il 2026. Ipotesi quotazione al Nasdaq

architecture-alternativo Luca Ferrari, Ceo e co-fondatore di Bending Spoons

Bending Spoons, la società milanese che sviluppa applicazioni utilizzate in media da oltre 100 milioni di persone ogni mese, ha concluso l’acquisto di Meetup e sta per perfezionare un aumento di capitale da 200 milioni di euro. L’obiettivo di questa strategia è dotarsi di nuove risorse per puntare su nuove acquisizioni, soprattutto negli Stati Uniti.

Entra il fondo Durable, esce H14 di Luigi Berlusconi

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l’aumento di capitale verrà sostenuto in parte dagli attuali soci e in parte dal fondo californiano Durable Capital, che ha già collezionato più di 70 investimenti in startup e andrà ad affianchare Baillie Gifford, Usa Cox, NB Renaissance e Tip nella crescita della società italiana. Non farebbe più parte della compagine azionaria, invece, la H14 di Luigi Berlusconi.

I numeri Bending Spoons

Guidata dal Ceo Luca Ferrari, l’azienda meneghina ha archiviato il suo 2023 con 200 milioni di margine operativo lordo e punta ai 500 milioni entro il 2026. Il passo successivo potrebbe essere la quotazione all’indice Nasdaq di Wall Street.

Dulcis in fundo, la società ha inaugurato il 2024 con due acquisizioni. Dopo Mosaic Group dello scorso 10 gennaio, ieri è stata annunciato l’acquisto di Meetup, il social network con 60 milioni di iscritti, che mette in contatto gruppi di persone in tutto il mondo attraverso i loro interessi, dai libri ai giochi fino alla politica.

Il motto di Bending Spoons è “Impossible. Maybe”, ovvero “impossibile, forse”. Dal suo lancio nel 2013, ha servito circa mezzo miliardo di persone in tutto il mondo tramite le sue applicazioni per dispositivi mobili.