Apps mania

Non c’è niente da fare: l’iPad, la tavoletta magica di Steve Jobs, piace a tutti, e al primo sguardo. Anzi, al primo tocco. Sarà per il suo spudorato schermo full touch screen. Sarà per il design elegante e minimalista. O sarà perché, semplicemente, è un prodotto Apple, con tutto quel che ne consegue. Ovvero decine di migliaia di applicazioni più o meno utili, ma di cui sembra non si possa fare a meno, pronte a invadere il mercato. Programmi ideati da software house specializzate oltre che da sviluppatori non professionali – che devono però ricevere l’approvazione di Cupertino – per gli usi più impensabili. All’inizio di maggio secondo il portale Mobclix erano già cinquemila le “Apps” (così si chiamano le applicazioni, a casa di Steve Jobs) create in esclusiva per l’iPad scaricabili dall’Appstore. Di queste il 20% circa erano gratis mentre le altre erano in vendita a un prezzo medio di 4,99 dollari. E forse conviene ricordare che l’iPad è in grado di adottare anche la stragrande maggioranza delle 150 mila applicazioni realizzate per l’iPhone.Il tipo di software che va per la maggiore? Si parte dalla più prosaica suite per la gestione dei documenti di lavoro e da decine di videogame multiplayer da giocare on line, per arrivare alle previsioni del tempo da consultare in tempo reale passando per gli e-book e i fumetti elettronici da “sfogliare” sul display. Ma perché rinunciare a una comoda tavola periodica degli elementi in formato elettronico? Le foto e le animazioni del programma sono consultabili in maniera interattiva e con gli appositi occhialetti, venduti separatamente, si possono vedere persino in 3D. Qualcuno potrà obiettare che non si tratta proprio di un applicativo indispensabile per l’utente medio, eppure sta facendo furore… Vediamo allora alcune delle sorprese che ci riserva il tablet di Steve Jobs. Chissà se queste “Apps” riusciranno a fare il miracolo, a mettere cioè la Rete a disposizione di chiunque e ovunque. I primi risultati sono piuttosto incoraggianti: a metà maggio l’iPad era in mano a un milione di clienti a dir poco entusiasti, e aveva già cominciato a generare lo 0,04% di tutto il traffico Internet, un ordine di grandezza paragonabile a quello dei sistemi Android e Blackberry. L’hardware e il marketing dunque stanno funzionando a dovere. Ora tocca al software completare l’opera.

PER LAVORARE

La produttività passa da iTunes

iWork è la suite Apple per la creazione e la gestione di documenti, presentazioni e tabelle. La versione per iPad non è un semplice adattamento di quella utilizzata dai Mac, bensì un prodotto completamente nuovo. Non è un caso che Jobs l’abbia presentata insieme al tablet per rivendicare il ruolo che dovrebbe avere anche nella vita professionale di chi l’acquista. La grafica è accattivante, e le funzioni sono perfettamente integrate nella tecnologia touch dello schermo. Peccato che per trascinare i documenti dal proprio computer all’iPad si debba caricarli su iTunes, sincronizzare l’applicazione con quella del dispositivo, e poi importare i file nella cartella desiderata. Un po’ macchinoso.

l conto si paga sull’iPad

Lecere corporation, società americana specializzata nella realizzazione di sistemi Pos per la ristorazione, sta già sperimentando in alcuni locali una nuova applicazione grazie alla quale i camerieri potranno prendere le ordinazioni direttamente sull’iPad. Grazie alla connessione wi-fi a Internet, la tavoletta permette inoltre ai clienti di inserire direttamente sullo schermo il numero della carta di credito, senza doverla lasciare nelle mani del personale del ristorante.

Multitasking a tutti i costi

L’incapacità dell’iPad di gestire più applicazioni simultaneamente è forse il maggiore dei pochi motivi di insoddisfazione dei primi acquirenti della tavoletta. Per ovviare a questo limite, fino al prossimo autunno, quando dovrebbe essere rilasciato un aggiornamento del sistema operativo che permetterà all’iPad di diventare multitasking, potete scaricare Desktop, una App capace di inglobare fino ad altre 10 applicazioni consentendo di eseguirne tre con un’unica interfaccia.

La Borsa a portata di dita

Seguire i propri investimenti, essere aggiornati sull’andamento della Borsa e ricevere notizie di interesse è un gioco da ragazzi con E*trade mobile pro. Un’applicazione che permette anche di scambiare titoli e gestire il proprio portafoglio con il semplice gesto delle dita. Attenti a non… farvi prendere la mano!

PER GIOCARE

Sparatutto a gravità 0

Si chiama Exo-planet il gioco in terza persona che permette di calarsi nei panni di un marine dello spazio e affrontare le vostre missioni insieme ad altri giocatori collegati via Internet in multiplayer. Se praticare il gioco di squadra o tradire i vostri compagni, questo sta a voi stabilirlo, l’importante è impossessarsi delle postazioni nemiche eliminando più avversari possibile.

Caro “vecchio” Scarabeo

In rete c’è chi si chiede se vale davvero la pena di spendere 1.700 dollari (più o meno 1300 euro) per mettere insieme un iPad e tre iPhone e giocare a Scarabeo con la tavoletta della Apple. Ebbene, la risposta è il più delle volte un entusiastico sì! I tre iPhone fungono da tessere su cui comporre le parole mentre l’iPad è il tabellone su cui compaiono le mosse proprie e degli avversari. Stando a chi l’ha provato il divertimento è senza pari…

Al volante di una fuoriserie

Ed ecco l’iPad si trasforma in un vero volante. Basta inclinare la tavoletta a destra o a sinistra e l’auto che avete scelto tra quelle disponibili in Real Racing Hd si muoverà docilmente nella direzione che vorrete darle. A disposizione del giocatore cinque tipi di modalità di corsa e una grande varietà di percorsi su cui gareggiare.

PER VIAGGIARE

Previsioni meteo in alta definizione

Weather Hd consente di scaricare le previsioni meteorologiche dal web e di proporle all’utente giorno dopo giorno accompagnando i dati relativi alla temperatura, all’umidità e alle eventuali precipitazioni con filmati in alta definizione ispirati alla situazione descritta.

Navigatore satellitare extra large

Se uno schermo da 9,7 pollici vicino al parabrezza non vi crea problemi di visibilità, l’iPad è il navigatore satellitare che fa per voi. Grazie a CoPilotR Live Hd godrete di una visuale “split” che mostra sia il classico tragitto in 3D sia la mappa aerea della zona in cui vi trovate.

PER FARE QUELLO CHE TI PARE

Una tavoletta per disegnare

Con Adobe Ideas 1.0, disponibile gratuitamente in AppStore e su iTunes, l’iPad si trasforma in una tavoletta grafica. L’applicazione permette di realizzare disegni vettoriali attraverso varie misure di pennelli da controllare con la tecnologia multitouch. I lavori possono poi essere salvati come Pdf ed elaborati con altri programmi di grafica.

Appassionati di chimica?

Sfruttando la tecnologia 3D e gli appositi occhiali (che dovete comprarvi a parte) i 118 elementi della tavola periodica balzano fuori dallo schermo dell’iPad. Ogni molecola può essere visualizzata e analizzata attraverso schede tecniche dettagliate. Nonostante il costo elevato (20 dollari) e l’utilità non proprio evidente, questa App sta riscuotendo un grande successo.

Gourmet in cerca di ispirazione

Con Epicurious è sufficiente digitare il nome di un ingrediente o il tipo di sfizio che vorreste togliervi e il vostro iPad vi fornirà tutte le ricette per soddisfarlo. Potete anche creare un menu a tema, se volete, e permettervi di non compilare la lista della spesa. A impilare tutti gli ingredienti da comprare ci pensa sempre il software.

Solo per i virtuosi del piano

A rendere famosa questa App ci ha già pensato il pianista cinese Lang Lang, che in una sua recente esibizione a San Francisco si è ripresentato sul palco per eseguire un bis. Invece di sedersi al pianoforte, il musicista ha tirato fuori il suo fedele iPad e con Magic piano ha interpretato il Volo del calabrone di Rimsky.

Un gadget da Guinness dei primati

Il Libro dei record si fa tablet. Sull’iPad potete scaricare una miriade di documenti multimediali dedicati alle grandi imprese del Guiness dei primati, con 25 video, 150 fotografie e 140 pagine interattive.

Fumetti Marvel a volontà

Uno dei vari motivi per cui l’arrivo dell’iPad aveva fatto scalpore era la sua capacità di trasformarsi in lettore di e-book. Dal libro al fumetto il passo è breve, ed ecco che Apple ha stretto un accordo con Marvel per rendere disponibili per la tavoletta le storie dei supereroi americani. Alla modica somma di 2 dollari ad albo.

© Riproduzione riservata