Alluvione in Valle d’Aosta: da Intesa Sanpaolo un plafond di 500 milioni per famiglie e imprese

Alluvione in Valle d'Aosta: da Intesa Sanpaolo un plafond di 500 milioni per famiglie e imprese© Regione autonoma Valle d’Aosta

Intesa Sanpaolo, al fine di rispondere nel più breve tempo possibile alla situazione di emergenza dovuta all’alluvione di fine giugno che ha colpito diversi territori della Regione Valle d’Aosta, ha stanziato un plafond di 500 milioni di euro a sostegno delle famiglie e delle imprese che hanno subito danni a seguito del grave evento calamitoso. Il 20% del plafond è riservato al settore turistico, comparto trainante dell’economia della Regione, pesantemente colpito nell’avvio della stagione estiva.

I destinatari sono famiglie, imprese, piccoli artigiani e commercianti, aziende del settore turistico, agribusiness ed enti del Terzo Settore che hanno subito danni, per dare loro un sostegno finanziario immediato mediante nuovi finanziamenti a condizioni dedicate. Il Gruppo Intesa Sanpaolo prevede, inoltre, la possibilità di richiedere la sospensione fino a 18 mesi della quota capitale delle rate dei finanziamenti in essere per famiglie e imprese residenti nelle zone colpite dall’alluvione.

Sono infine previsti sia l’azzeramento delle commissioni sui pagamenti Pos per transazioni fino a 30 euro sia la gratuità del canone di Pos mobile e virtuali per la durata di un anno. La banca ha messo a disposizione la filiale digitale per un’assistenza immediata e tutte le filiali presenti sul territorio per informazioni e consulenza. “Desidero esprimere vicinanza e solidarietà a tutto il territorio e alle persone colpite”, ha affermato Stefano Cappellari, direttore regionale Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna di Intesa Sanpaolo. “Con questo intervento di emergenza intendiamo dare un contributo immediato alle aziende e a tutti i clienti in difficoltà. Siamo storicamente una banca di riferimento in Valle d’Aosta e anche oggi vogliamo far sentire la nostra presenza”.

Secondo le prime stime dei tecnici della Protezione civile nazionale nell’ambito della richiesta dello Stato di emergenza avanzata dalla Regione, i danni danni provocati dall’ondata di maltempo di fine giugno in Valle d’Aosta ammontano a oltre 150 milioni di euro.

© Riproduzione riservata