Agenzia per l’Italia digitale, in 154 si candidano a direttore. Ecco i nomi

Pubblicato sul sito del ministero l’elenco di coloro che aspirano a prendere il posto del dimissionario Agostino Ragosa. La nomina potrebbe arrivare già a fine mese

Entra nel vivo la selezione per il posto di nuovo direttore dell’Agenzia per l’Italia digitale al posto del dimissionario Agostino Ragusa. Sono ben 154 le candidature inviate alla mezzanotte dello scorso venerdì 13 giugno – termine ultimo per presentare domanda –; ora il ministero per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione può procedere per la selezione. Il profilo selezionato andrà a dirigere l’ente che supporta la P.A. nell’introduzione e sviluppo delle nuove tecnologie con l’obiettivo di spingere la digitalizzazione per la condivisione delle informazioni pubbliche e la realizzazione di nuovi servizi per cittadini e imprese.Dall’elenco, che può essere consultato online (vai all’elenco) ci sono persone che, come riportato da Il Sole 24 Ore, hanno già lavorato nella stanza dei bottoni della presidenza del Consiglio per l’Agenda digitale, sia tecnici che vengono dalle Pubbliche amministrazioni locali sia outsider.Tra i candidati già interni all’Agenzia c’è Roberto Moriondo, intermediario con le Regioni oltre che responsabile della direzione Innovazione, ricerca, università e sviluppo energetico sostenibile della Regione Piemonte; Maria Pia Giovannini, responsabile area Regole, Standard e Progetti innovativi; e Francesco Tortorelli, dirigente dell’ufficio Interoperabilità, cooperazione applicativa e relativi centri servizio.Già del settore nomi come Mario Dal Co, ex consulente di Renato Brunetta, quando guidava il ministero alla P.A. e Innovazione, e poi alla guida dell’Agenzia dell’Innovazione; Livio Zoffoli (già presidente del Cnipa) e Giorgo De Rita, già direttore generale di DigitPA. Aspira al ruolo di direttore dell’Agenzia anche Francesco Caio che, con il governo Letta, ha già lavorato per l’Agenda digitale; Alfonso Fuggetta, docente del Politecnico di Milano e a.d. del Cefriel; e Stefano Quintarelli, deputato di Scelta Civica. Il quotidiano economico cita anche, tra i tanti, i nomi di Fulvio Ananasso, Direttore Studi, Ricerca e Formazione in Agcom; Umberto Rapetto, generale della Guardia di Finanza esperto di sicurezza; Pierantonio Macola, a.d. di Smau; Laura Rovizzi di OpenGate Italia; e Greta Nasi, docente della Bocconi ed esperta di P.A. digitale.

© Riproduzione riservata