Connettiti con noi

Business

Advertising, agosto conferma il trend positivo

Gran balzo della raccolta pubblicitaria che in un solo mese ha raggiunto quota 260 milioni, portando il mercato a crescere complessivamente del 4,8%. Bene tutti i mezzi ad eccezione della stampa

Il mercato della pubblicità non si ferma neanche ad agosto. Il mese, infatti, senza alcun evento di particolare rilievo, come erano stati, ad esempio, i mondiali di calcio per giugno e luglio, registra un boom di investimenti pubblicitari. Con una raccolta pari a 260 milioni di euro, in aumento del 5,2% rispetto al 2009, la raccolta di agosto conferma la crescita del mercato registrata nei primi sette mesi del 2010. Il dato aggregato tocca così quota 5,38 miliardi di euro, in aumento del 4,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato.La performance positiva di agosto è molto importante, perché conferma il trend positivo per l’advertising in Italia, come sottolinea Nielsen. La crescita è comunque ancora tutta da confermare nell’ultimo quadrimestre dell’anno visto che il 2009 ha registrato proprio nella sua parte conclusiva i risultati migliori.Nei primi otto mesi del 2010 l’aumento degli investimenti è omogeneo nei diversi mezzi considerati. Ad eccezione della stampa, infatti, tutti i media principali hanno registrato crescite superiori alle aspettative.Grande performance della televisione che, considerando sia i canali generalisti che quelli satellitari, chiude i primi otto mesi dell’anno con una crescita del 7,7% ed una raccolta pubblicitaria superiore ai 2,9 miliardi di euro. Settori trainanti si confermano gli alimentari, le telecomunicazioni e le automobili.Molto bene anche la radio, che chiude la prima parte dell’anno con una crescita pari al 12,8%. A due cifre anche la crescita di internet che si attesta su un +17,7%.Per la stampa si conferma la differenza tra quotidiani a pagamento da una parte e free press e periodici dall’altra. Mentre i primi sono in crescita rispetto al 2009 (+3,0%), free press e periodici continuanio a essere in calo (rispettivamente -10,8% e -8,4%).Tra gli altri mezzi buono l’andamento di direct mail (+5,7%) e outdoor (+8,9%). Sostanzialmente in linea con il 2009 le performance di cinema, cards e transit.