Connettiti con noi

Business

Esprinet: Opa da 96 milioni su Cellularline

Il Cda dell’azienda reggiana di accessori per smartphone e tablet avrà tempo 10 giorni per dare riscontro all’offerta

Esprinet gruppo attivo nella vendita e distribuzione di apparecchi informatici, ha presentato a Cellularline una proposta non vincolante per promuovere un’offerta pubblica di acquisto volontaria per la totalità delle azioni ordinarie, finalizzata al delisting. Il prezzo indicato da Esprinet è pari a 4,41 euro per ciascuna azione (comprensivo del dividendo di 0,16 euro per azione). Esprinet valuta quindi Cellularline 96 milioni di euro. Si tratta di un premio del 27% rispetto al prezzo di listino di venerdì (3,5 euro), Esprinet si attende un riscontro dal Cda di Cellularline entro 10 giorni.

Cellularline aveva appena approvato il bilancio 2021: ricavi aumentati del 5,8% a 110 milioni ma Ebitda in calo dell’11% a 6,7 milioni e un risultato operativo e finale negativi rispettivamente per 5,2 milioni e 3,8 milioni. Esprinet ha visto però del valore nell’azienda reggiana: al netto di eventi non ricorrenti, l’Ebitda è stato di 16 milioni (+6,7%) e l’utile netto a 7,4 milioni.

Cellularline, con i marchi Cellularline, PLOOS, AQL, MusicSound, Interphone, Nova, Skross e Coverlab, è l’azienda leader in Italia nel settore degli accessori per smartphone e tablet. I prodotti a marchio Cellularline sono commercializzati in oltre 60 Paesi.

Nel 2021 Cellularline aveva lanciato nuovi accessori eco-friendly prodotti con materiali biodegradabili e compostabili. In aprile ha elevato al 100% la partecipazione detenuta in Systema, acquisendo a fine marzo il restante 25% da Pegaso Srl. In giugno ha poi acquisto il 55% di Nicotina Srl (ora Coverlab), innovativa E-commerce company e fra i leader italiani nel segmento custom degli accessori per smartphone.

Credits Images:

La sede di Cellularline, dal profilo LinkedIn della società