DNV: il futuro globale dell’assurance parte dall’Italia

Photo created by onlyyouqj

Italia polo di eccellenza internazionale nel settore agroalimentare. La conferma arriva dalla recente decisione di DNV – ente indipendente norvegese che fornisce servizi di assurance, certificazione e verifica in tutto il mondo – di far partire proprio dal nostro Paese, da Milano, la nuova unità di ricerca e sviluppo Sustainable Food Systems and Supply Chains. Il programma, che sarà guidato dall’Head of Section and Director Nicola Rondoni e si concentrerà inizialmente sul settore Food & Beverage, porterà avanti attività di ricerca nel campo delle soluzioni di assurance digitale per sistemi alimentari e filiere, potenzialmente replicabili in industry diverse dal Food & Beverage.

"La scelta dell’Italia non è casuale, riconosciuta in tutto il mondo come polo di eccellenza dell’agroalimentare”, conferma Pierre C Sames, Senior Vice President e Group Research and Development Director di DNV. “Il nuovo programma ha l'ambizione di plasmare il futuro dell’assurance con un focus particolare sull’agroalimentare e le supply chain. Le crescenti esigenze di conformità, gli investimenti coerenti con i criteri Esg (Environmental, Social e Governance), consumatori sempre più attenti ed esigenti in quanto a trasparenza dei prodotti e tecnologie digitali avanzate indicano che i tempi ormai sono maturi. Sono certo la digitalizzazione delle tecnologie darà un contributo importante in questo ambito e fornirà ampie opportunità di business a chi saprà padroneggiarla".

Il nuovo programma è parte integrante del più ampio programma di Research and Development di DNV, al quale ogni anno viene destinato il 5% del fatturato del gruppo con l’obiettivo sviluppare quella conoscenza, capacità di previsione e legittimità scientifica alla base di tutti i servizi del gruppo. L’unità di ricerca e sviluppo Sustainable Food Systems and Supply Chains si concentrerà su quattro aree tematiche collegate tra loro dalla necessità di implementare tecnologie digitali per raccogliere, generare, convalidare, verificare, analizzare e progressivamente visualizzare dati in tempo reale, affrontando: 

  • documentazione e gestione della footprint  per i prodotti e le relative supply chain;
  • trasparenza nell'uso circolare dei materiali nei prodotti e nei sistemi; 
  • ottimizzazione della produzione di prodotti alimentari, per una maggiore efficienza e migliore qualità;
  • incremento della qualità e della sicurezza alimentare, riduzione delle frodi o contaminazioni alimentari.

“Sempre più spesso le aziende del Food & Beverage ci coinvolgono per supportarle nella costruzione di un ecosistema digitale che colleghi le supply chain globali, dal produttore al consumatore”, afferma Luca Crisciotti, Ceo di Supply Chain & Product Assurance in DNV. “Cresce sempre di più, quindi, l’importanza del monitoraggio della sostenibilità e delle pratiche etiche, parallelamente alla garanzia di trasparenza e responsabilità. Attraverso questo nuovo programma di ricerca, lavoreremo affinché l'agenda della sostenibilità nella industry del Food & Beverage possa continuare a progredire".