Dal beverage agli igienizzanti per le mani: l’impegno di Campari e Nardini

L’alcol al servizio della comunità. Si può riassumere così l’iniziativa di due importanti realtà italiane del beverage, Campari e le distillerie Nardini, che hanno deciso di riconvertire parte della propria produzione per realizzare gel alcolici per l’igiene delle mani, utile in questa emergenza sanitaria.

In particolare, la multinazionale italiana ha annunciato una collaborazione con il gruppo Intercos, azienda leader nella cosmetica, per la produzione di gel igienizzanti a base alcoolica, destinata agli operatori sanitari degli ospedali lombardi, in prima linea nella lotta all’emergenza coronavirus Covid-19. L’alcol donato da Campari Group è stato trasformato e imbottigliato dallo stabilimento Cosmint (Olgiate Comasco) del gruppo Intercos. Questa collaborazione porterà a una prima produzione di 15 mila bottiglie di gel igienizzante per le mani. Campari Group e Intercos si faranno carico anche della logistica del prodotto finito, per far giungere il gel disinfettante laddove è più urgente il bisogno.

L’antica distilleria Nardini, che opera dal 1779 nel mercato delle grappe e dei liquori di eccellenza, ha deciso di convertire una propria linea di produzione per aiutare coloro che contrastano la diffusione del virus Covid-19, realizzando e donando una soluzione igienizzante a base di alcol etilico che rievoca i celebri profumi dell’antica maison veneta. La soluzione di Nardini è in formato tascabile, nebulizzabile a 79 gradi (gradazione che richiama il 1779, anno della fondazione dell’azienda), a base di alcol etilico, acqua e aromi naturali ottenuti dagli oli essenziali utilizzati per la preparazione del celebre liquore Acqua di Cedro. La produzione sarà donata all’ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa e all’ospedale Ca’Foncello di Treviso, territori dove l’azienda ha rispettivamente il quartier generale ed il principale stabilimento di distillazione. Non solo, visto il legame centenario, tra Nardini e il mondo degli Alpini, l’alcol igienizzante verrà donato anche all’Associazione Nazionale Alpini per l’ospedale da campo di Bergamo.