Top Management Forum: così si passa dalle parole ai fatti

Anche le migliori idee di business fal­liscono o, peggio, rischiano di esse­re sviluppate più velocemente da qualcun altro. Ma a differenza di quanto si possa credere, non è a causa di risorse economiche che stentano ad arrivare: spesso e volentieri, quello che manca è il metodo, la capacità di mettere un pro­getto in esecuzione. Ovvero, di passare dalle parole ai fatti. Ed è proprio questa la mission di Knowità, società di consu­lenza che ormai da 12 edizioni organizza il Top Management Forum, appuntamento annua­le per quegli imprenditori e dirigenti di alto profilo che credono nel valore del confronto e desiderano contribuire allo sviluppo delle proprie organizzazioni e delle aziende del nostro Paese. «Il no­stro sogno è quello di riuscire a mette­re in pratica visioni e strategie che, seb­bene chiare e vincenti, sono difficili da realizzare. E il Forum è assolutamente in linea con questo obiettivo», spiega Ales­sandro Saviotti, fondatore e amministratore di Knowità, che inquadra l’evento all’interno di un lavoro quotidiano della società, condotto a 360° attraverso even­ti, pubblicazioni e consulenze. «Tutto ciò che facciamo gira intorno a un unico pa­yoff, che è poi lo stesso del Top Mana­gement Forum: executing your vision ».

Knowità-Top-Management-Forum

In programma il 22 novembre nella cor­nice di Villa Castelbarco (Vaprio D’Adda, Milano), una delle più eleganti dimore storiche della Lombardia, il Top Mana­gement Forum è di fatto l’unico momen­to dell’anno in cui si aprono le porte di Knowità anche ai non affiliati al club – un profilato gruppo di 300 figure apicali d’a­zienda, di recente costituzione e in co­stante crescita – i quali hanno la possi­bilità di riservare un ristretto numero di posti per la sessione plenaria del matti­no, sviluppando così nuove conoscenze e relazioni di business.

Il valore aggiunto del Top Management Forum 

Ales­sandro-Saviotti-Knowità

Come da tradi­zione, questo particolare momento del Forum sarà un’occasione di riflessione e ispirazione. Attraverso brevi speech, autorevoli speaker nazionali e interna­zionali illustreranno quali saranno i bu­siness di domani, come potrà essere or­ganizzata l’azienda del futuro e quali competenze saranno richieste ai suoi le­ader. «Ma il vero valore aggiunto del Fo­rum sono le sessioni parallele del pome­riggio (riservate solo ai membri del club Knowità, ndr ), dove durante i tavoli di la­voro avviene una vera e propria condivi­sione di esperienze», sottolinea Saviotti. «Ai partecipanti di ciascun tavolo – che siano amministratori delegati, top ma­nager o imprenditori – è richiesta una partecipazione attiva: ci si confronta su come mettere in pratica visioni e stra­tegie, nell’auspicio che queste possano essere realizzate. È un qualcosa di mol­to diverso rispetto ad altre iniziative ed eventi, dove spesso ci si ferma al primo punto: si ispira e si offrono contenuti, ma difficilmente si cerca di fornire me­todi e suggerimenti su come mettere in pratica una visione».

I tavoli di lavoro pomeridiani saran­no resi ancora più esclusivi dalla vera novità del Top Management Forum di quest’anno: i contenuti su cui si im­pernieranno e realizzeranno le sessio­ni parallele sono il frutto della struttura­ta collaborazione con The Conference Board per la relazione dell’annuale Ceo Survey (che indaga e divulga a livello mondiale le priorità della Ceo Agenda) e del supporto del Comitato scientifi­co del Forum, che riunisce esperti e Top Manager. «Durante i tavoli», conclude il fondatore di Knowità, «presenteremo in anteprima i risultati dello studio sul­le priorità aziendali degli amministrato­ri delegati per il 2019, sia a livello globa­le che europeo e italiano. Un’occasione unica e di grande valore per tutti i par­tecipanti».