Risolvere le sfide globali e di business con gli Analytics: Sas lancia la sfida

Torna l’hackathon globale di Sas, una sfida virtuale in cui i team di partecipanti collaboreranno e competeranno per trovare le migliori soluzioni a una sfida di business o umanitaria, utilizzando innovazioni tecnologiche come intelligenza artificiale e machine learning. Le iscrizioni all’hackathon resteranno aperte fino al 15 febbraio per chiunque sia interessato agli analytics: clienti e i partner tecnologici di Sas, sviluppatori indipendenti, studenti e start up. I team dell'hackathon possono includere persone provenienti da una o più organizzazioni, o un individuo che voglia unirsi a un gruppo. "Le grandi idee possono venire da chiunque, ovunque. Quando gli appassionati di dati si riuniscono da diverse regioni, con diversi background e livelli di abilità, possono accadere cose incredibili", ha sottolineato Einar Halvorsen, Global Hackathon Lead di Sas. "Il Sas Hackathon è un ambiente dove la curiosità porta all'innovazione".

Le squadre partecipanti dovranno fornire una breve descrizione della sfida reale – ad esempio, un problema di business o di sostenibilità – che affronteranno. Chi non avesse una squadra, ma volesse comunque partecipare, verrà inserito dagli organizzatori a seconda delle informazioni, interessi e competenze espresse al momento della registrazione. Le squadre si concentreranno su una o più delle 10 categorie selezionate: AgTech, Banking, Energy, Health care and Life Science, Insurance, IoT, Manufacturing, Settore pubblico, Retail, Telecomunicazioni.

Una volta iscritti, per tutto il mese di marzo i team faranno networking e collaboreranno tra loro e con i mentor e i partner Sas per migliorare le loro idee e tecnologie. I finalisti saranno selezionati in aprile e messi in contatto con gli esperti dell’azienda statunitense per un ulteriore sviluppo dell'applicazione. I vincitori saranno annunciati durante un evento successivo.

LivNSense: il vincitore della passata edizione

Nella passata edizione, ad aggiudicarsi la vittoria è stata la start up LivNSense, che ha perfezionato il suo software Cognitive Furnace per l'ottimizzazione dei forni industriali per i settori chimico, petrolchimico e metallurgico, dove vengono creati prodotti che utilizziamo ogni giorno,

tra cui benzina ed etilene (per la plastica). "Il Sas Global Hackathon ci ha aiutato a sperimentare e portare la nostra tecnologia Cognitive Furnace al livello successivo", ha detto il Ceo della start up, Avnish Kumar. “I dati provenienti dai sensori nei forni industriali alimentano la nostra fornace virtuale alimentata dall’intelligenza artificiale: questo fa sì che i produttori possano ottimizzare le prestazioni e ridurre il consumo di energia, le emissioni di gas serra e l'impronta di carbonio”.

Nelle edizioni precedenti, altre squadre vincitrici hanno utilizzato tecnologie come l'AI.. e il machine learning, la computer vision e l'IoT per:

  • Salvare la vita dei primi soccorritori tramite semafori intelligenti;
  • Esplorare il riciclaggio del letame a livello nazionale per aumentare la produzione alimentare e migliorare l'ambiente;
  • Analizzare i movimenti dei pazienti tramite una soletta intelligente per limitare la perdita di equilibrio e il conseguente rischio di caduta;
  • Aiutare le banche ad allineare meglio i loro portafogli con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.