Over 65: i nuovi giovani

Image by Brandon Roberts from Pixabay 

Hanno più di 65 anni, ma lo stile di vita sembra quello dei Millennial. Più della metà di essi (il 54%) si sente del tutto a proprio agio nella società globale: il 79% dedica almeno un’ora della settimana a navigare in internet. In calo la televisione (la guarda frequentemente il 54%) e le attività di tipo religioso (solo il 15% dedica almeno un’ora della settimana).

Sono informati (l’87%), hanno molti hobby e voglia di mettersi alla prova su cose nuove (78%). Il 38% vorrebbe possedere sistemi di domotica controllabili da smartphone. Il 47% si interessa alle nuove mode e tendenze, ma in generale sono orgogliosi della loro autonomia. Bassa la fiducia per le banche e il loro servizi (58%). Questi alcuni dei dati della ricerca Swg a supporto del Grey Scale Economy Lab , un nuovo progetto promosso da Havas Pr in collaborazione con la società di ricerche di mercato e di opinione, che punta all’istituzione di un osservatorio e un laboratorio di studio e ascolto relativo alla fascia Over 65. Il Grey Scale Economy Lab, nel corso di eventi dedicati, metterà a disposizione di aziende e organizzazioni i dati dell’osservatorio, che verranno analizzati insieme a opinion leader, esperti e aziende. 

Secondo uno studio condotto dal centro di ricerche di Neuromarketing dell’Università Iulm, i nuovi over 65 non sono equiparabili a quelli del passato e vi è una forte radicalizzazione delle differenze di genere: le donne rispetto agli uomini prestano più attenzione alle informazioni soprattutto verbali e alle singole sfumature del messaggio, sono più sensibili all’incoerenza informativa e mostrano maggiore attivazione psicofisiologica alle stimolazioni affettive.